Tenerife
Europa,  Viaggi

Vacanze a Tenerife: un tuffo ad un passo dal Paradiso

Le Canarie sono da visitare anche in questo scorcio di fine anno, è proprio adesso che le vacanze a Tenerife hanno costi sostenibili un pò per tutti.

Il clima è perfetto: non c’è troppo caldo e nemmeno troppo freddo, si può approfittare di un clima che per noi è quasi estivo: infatti le temperature sono di gran lunga superiori alle nostre e, stare in spiaggia diventa persino piacevole.

Le Canarie non solo mare e spiagge, ma sono un vero e proprio paradiso a poche ore da casa. Qui se si è appassionati di trekking è possibile passare le giornata in dei sentieri che, in realtà, attraversano le Isole Canarie.

Certo bisogna essere attenti ed esperti ma scoprire questo territorio a piedi è davvero emozionante. Sembrerà di essere dentro una tavolozza di colori primordiale.

10 tappe di una vacanza a Tenerife

  1. Playa de la Tejita: sicuramente una delle spiagge più belle. Sabbia fine e nera la caratterizzano. Questa spiaggia  si trova a El Médano, affacciata sulla Riserva Naturale della Montaña Roja. E’ molto spaziosa ed infatti è meta prediletta degli appassionati di sport d’acqua:  surf, bodyboard, e il windsurf. Facile da raggiungere in auto.
  2. Playa de Diego Hernández: si trova  vicino alla zona di La Caleta, è stata dichiarata Sito di Interesse Scientifico.  La caratteristica principale di questa spiaggia è l’acqua cristallina e la sabbia bianca. Qui ci si può rilassare e prendere una tintarella eccezionale osservando un panorama unico al mondo come quello  sull’isola di La Gomera
  3. Playa de Montaña Pelada: è una spiaggia differente dalle altre infatti la natura è selvaggia e vulcanica.  E’ un luogo particolare, quasi magico, la sabbia cambia secondo la marea! La si trova a Granadilla de Abona
  4. Las Teresitas: è la spiaggia più celebre di Santa Cruz, la capitale dell’isola. Si tratta di una spiaggia differente dalle altre infatti qui la sabbia è artificiale e arriva dal Sahara! La scelta è stata fatta per nascondere l’originaria base nera.Questa spiaggia canaria è apprezzata dagli amanti degli sport acquatici, in particolare della vela e del surf.
  5. Playa Jardin: è a Puerto de la Cruz, anche qui  la  sabbia è  nera. La particolarità di questa spiaggia è  uno splendido giardino botanico, progettato dall’architetto Cesar Manrique.
  6. Bosco El Hierro: lo si può scoprire attraverso un percorso trekking di 7 chilometri e due ore di cammino. Questo nizia a Valverde, capoluogo dell’isola, e si addentra in un bosco ricco di specie vegetali autoctoni, si tratta di un percorso particolarmente bello attraverso terreni spogli e rocciosi, caldere vulcani e non solo. Panorami unici al mondo. 
  7. Charco del Viento: è un piscina naturale tra le più belle di questo territorio. Si trova presso La Guancha, nel nord dell’isola. Molto particolare, infatti è formata da  quattro piccole pozze cinte dalle rocce scure di origine vulcanica.  Non solo: il fondale e sabbioso e si può nuotare per davvero. 
  8. Parco Rurale di Anaga è sicuramente una delle tappe naturialistiche da non perdere. Ci sono dei percorsi naturalistici davvero particolari tra cui spiccano quelli di  Roque Negro.
  9. Candelaria: un villaggio che vale la pena scoprire. E’ noto, per le sue sculture di figure guanci, gli antichi abitanti delle isole. Bisogna fare tappa anche alla maestosa e suggestiva basilica  che conserva una statua particolare della Vergine di Candelaria, la patrona delle Canarie. 
  10. Teide: si tratta della montagna più alta della Spagna,  il terzo vulcano più alto del mondo. Patrimonio mondiale dell’Unesco, è stato formato nel tempo da strati vulcanici. E’ tutto da vedere: certo serve buona forma fisica per fare un percorso attraverso il Teide ma lo si può comunque ammirare anche se non lo si attraversa.

Sara Daniele, SEOcopywriter e travelblogger. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging, perché unisce le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.