Monte Carlo
Lifestyle

Monte Carlo, tra Formula 1 e casinò

Ci sono città che restano nella memoria delle persone e nel cuore. Una di queste è sicuramente Monte Carlo, bellissima meta presente nel Principato di Monaco e che ogni anno ospita milioni di persone da tutto il mondo.

Indubbiamente due sono i motivi che la rendono famosa in tutto il mondo, oltre per la sua bellezza: la Formula 1 e il Casinò.

Si tratta di due fattori che hanno permesso alla popolare città di essere conosciuta in tutto il mondo, oltre che essere un punto di riferimento per gli amanti del gioco e delle quattro ruote. 

Il suggestivo Casinò di Monte Carlo

La prima struttura nasce nella metà del XIX secolo, precisamente nel 1856, per volere del principe Florestano I.

Quest’ultimo proprio due anni prima aveva concesso il gioco nel principato. Inutile dire come questa idea abbia cambiato totalmente il luogo, specialmente grazie a Carlo III che edificò l’attuale Casinò che tutti noi conosciamo.

A realizzarlo fu Charles Garnier e successivamente il principe decise di voler creare un quartiere che circondasse l’imponente struttura, chiamandolo Monte Carlo, in suo onore.

Questo perché con la nascita dell’edificio destinato al gioco crebbe enormemente il fatturato, portando a uno stato di benessere l’intera popolazione. 

Da quel momento in poi il Casinò di Monte Carlo è divenuto il perno centrale dei casinò e meta turistica per chi ama il gioco, specialmente nell’ultimo periodo con l’esplosione dei casinò online.

Quest’ultimi hanno a loro volta rivoluzionato il settore e acceso l’interesse dei meno esperti che online fanno sempre più domande, del tipo: come si rinnova la licenza per i siti di gioco online, dove trovare casinò sicuri e quali sono i migliori giochi della storia.

Tra le strade della città con la Formula 1

Il polo principale delle attività riguarda sicuramente il Casinò, ma anche la Formula 1 risulta molto importante a Monte Carlo.

Nella settimana che precede la gara domenicale, tutti sono in fermento, con le strade che si chiudono per ricreare l’iconico tracciato che ha visto trionfare i più grandi piloti di tutti i tempi: Schumacher, Vettel, Verstappen, Hamilton, Alonso e tantissimi altri hanno avuto l’onore di alzare al cielo la coppa.

Il Gran Premio di Monte Carlo, che si disputa dal 1950, è tra i più difficili presenti attualmente nel calendario di F1, a causa delle sue strade strette che rende difficile sorpassare.

Per questo motivo la maggior parte dei piloti preferisce fare perfettamente le qualifiche perché sanno che durante la gara guadagnare posizioni è complicato. 

La pista è lunga 3,38 km e il giro più veloce è stato fatto da Hamilton nel 2021, girando in 1’12’’909.

C’è molto altro

Chiaramente Monte Carlo non è solamente gioco e auto veloci, ma anche cultura e arte.

Solamente ammirando il Casinò presente in città possiamo notare un palazzo in stile ottocentesco da togliere il fiato e che racconta molto della sua storia.

Girando per le strade possiamo trovare il Museo Oceanografico, fondato nel 1889 da Albero I di Monaco, con all’interno tra i più importanti acquari d’Europa.

Sara Daniele, SEOcopywriter e travelblogger. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging, perché unisce le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.