Parc Güell
Europa,  Viaggi

Barcellona in 4 giorni: cosa vedere per un itinerario sorprendente

Intro: Un itinerario per scoprire cosa vedere a Barcellona in 4 giorni, per ottimizzare i tempi, risparmiare ed evitare le file.

In questo articolo scoprirai cosa vedere a Barcellona in 4 giorni, quale attrazioni non perdere e quali luoghi di interesse scegliere per ottimizzare i tempi e risparmiare.

Troverai le cose migliori da visitare a Barcellona e qualche trucchetto su come evitare le file ai monumenti e ai musei.

Continua a leggere per scoprire come organizzare il tuo itinerario di Barcellona in 4 giorni!

Barcellona in 4 giorni: organizzare il viaggio in pochi click

Cerchi qualcuno che ti dia consigli per visitare Barcellona in pochi step? Sei nel posto giusto.

Ecco tutto ciò che può esserti utile per risparmiare tempo e denaro:

  • Voli per Barcellona: cerca le migliori offerte in questa pagina;
  • Alloggi economici Barcellona: scegli tra i migliori cliccando qui;
  • Abbonamento per trasporti pubblici Hola BCN: acquistala qui per utilizzare i mezzi pubblici illimitatamente;
  • Free walking tour della città in italiano: prenota qui una visita guidata della città GRATIS;
  • Transfer Barcellona: ti occorre un transfer da e per l’aeroporto? Lo trovi qui.
  • Ottieni l’assicurazione viaggio con uno sconto del 10% cliccando qui.

Se non hai 4 giorni per visitare Barcellona, allora ti consiglio di leggere l’articolo cosa vedere a Barcellona in 3 giorni.

Inoltre, quando pianifichi il viaggio, il periodo migliore secondo me è fine estate, quindi potresti dare un’occhiata all’articolo visitare Barcellona a settembre.

Itinerario giorno 1: 4 giorni a Barcellona:

Il primo giorno l‘itinerario di Barcellona in 4 giorni è focalizzato sulle cose da vedere nel centro e abbraccia le strade più famose e molti dei capolavori architettonici di Gaudí.

Sono tutti luoghi raggiungibili a piedi con una piacevole passeggiata.

Casa Batlló

Casa Battló è una delle creazioni più allegre di Antoni Gaudí, dove l’interno e l’esterno hanno forme sinuose, con poche linee rette e una straordinaria attenzione ai dettagli.

Tutto ricorda un’atmosfera onirica e marina, quindi assolutamente una cosa da visitare a Barcellona.

Non è stata realizzata da zero, ma è una ristrutturazione intrapresa a cavallo del XX secolo.

Il tetto dell’edificio è composto da tessere mosaico colorate che formano le squame del dorso di un grande drago.

Potrai salire sulla terrazza e ammirare da vicino la bellezza delle forme e dei colori, grazie ad una stupenda scala a chiocciola.

Per saltare la fila, ti consiglio di prenotare la visita a Casa Batlló, in questa pagina!

Le prime tappe di questo itinerario a Barcellona in 4 giorni sono molto vicine, poiché La Pedrera è a pochi metri da Casa Battló.

Casa Milà conosciuta come La Pedrera

Casa Milà è conosciuta come La Pedrera, poiché la facciata dell’edificio assomiglia un po’ ad una cava, e fu completata nel 1912.

Un’altra emblematica opera di Gaudí, il quarto ed ultimo edificio dell’architetto costruito sul Passeig de Gràcia.

Progettato per l’industriale Pere Milà i Camps come casa di famiglia, ritrova il suo punto più bello nella terrazza, con i suoi camini e lucernari.

Anche qui per evitare code prenota la tua visita alla Casa Milà con accesso prioritario e audioguida in italiano, in questa pagina!

La Rambla

La strada più famosa di Barcellona è La Rambla, che parte da Plaça de Catalunya e arriva fino al Monumento a Colombo (Mirador de Colom) sul lungomare.

Potrai salire in cima alla statua per ammirare un bellissimo panorama del lato sud della città.

Una passeggiata su La Rambla è una di quelle cose assolutamente da fare a Barcellona: fai una sosta, accomodandoti ad uno dei tavolini dei tanti locali sorseggiando sangria e gustando tapas.

In questo tour percorrerai La Ramblas e conoscerai il mercato della Boqueria e il Palazzo Güell.

La Boqueria

La Boqueria

Il mercato della Boqueria a Barcellona è un luogo con il caratteristico tetto in ferro e vetro, che si trova proprio a metà de La Rambla e fu eretto nel 1914.

Questo posto è tra le cose più tipiche da vedere a Barcellona con le bancarelle permanenti che vendono frutta, verdura, salumi, formaggi e prodotti locali. Al centro troverai i banconi dei pescivendoli.

Puoi fermarti a mangiare o semplicemente dare un’occhiata.

Una volta uscito, dirigiti verso il lungomare, per arrivare al centro commerciale Maremagnum, all’Acquario di Barcellona o al Museo di Storia Catalana.

Rambla del Mar e l’Aquario di Barcellona

Questo ponte è un’estensione moderna della Rambla di Barcellona ed è chiamato La Rambla del Mar, da non confondere con il Moll de la Fusta, sebbene entrambi facciano parte di Port Vell.

La Rambla del Mar è un ponte galleggiante, che unisce piazza Portal de la Paz, dove c’è il monumento di Colombo con Muelle de España, l’area in cui c’è il Maremagnum – centro commerciale aperto anche la domenica come area turistica.

Al Muelle de España troverai anche l’Acquario di Barcellona, uno dei più importanti acquari d’Europa, unico per scoprire cosa vedere a Barcellona in 4 giorni con bambini.

Acquista i biglietti per l’Acquario, cliccando qui!

La Barceloneta

Scoprire cosa visitare a Barcellona comprende anche La Barceloneta, uno dei quartieri più famosi e carismatici.

La forma è triangolare e confina con il Porto Olimpico, il mare e le spiagge di Barceloneta, Somorrostro , Sant Sebastià e Sant Miquel.

Un luogo familiare e vivace, dove le principali attrazioni sono le sue spiagge, le più grandi e più frequentate della città.

Per scoprire il fascino del quartiere in questi 4 giorni a Barcellona, passeggia per le sue strade strette, fermandoti a gustare il pesce più fresco in uno dei ristoranti della zona in riva al mare.

Itinerario giorno 2: Cosa vedere a Barcellona

Per il secondo giorno il nostro itinerario di Barcellona in 4 giorni raggiunge la parte nord – est, per visitare la città attraverso altri capolavori.

Uno dei monumenti più famosi è la Sagrada Familia e, di conseguenza, è anche una delle attrazioni turistiche più affollate.

Niente paura, segui le mie dritte e riuscirai a vederla in tranquillità.

La Sagrada Familia

Cosa vedere a Barcellona

Un’altra delle opere oniriche di Antoni Gaudí è la Sagrada Familia, realizzata ancora oggi per solo circa tre quarti dopo oltre 140 anni dalla prima partecipazione di Gaudí.

La costruzione iniziò nel 1882 e l’architetto morì tragicamente nel 1926, lasciandola incompiuta.

Quando le sue guglie saranno finite (quando? Probabilmente nel 2026) sarà l’edificio religioso che difficilmente assomiglierà a qualsiasi altro tu abbia mai visto in vita tua.

Per scoprire di più leggi il mio articolo sulla visita alla Sagrada Familia in questa pagina.

Questo capolavoro di Gaudí sfugge a qualsiasi genere di definizione: entrando resterai incantato, te l’assicuro!

La fila è davvero lunga e il biglietto l’ingresso è a tempo, quindi, per evitare le file, ecco alcuni consigli utili:

Park Güell

Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni?

Sicuramente Park Güell, un’esposizione su vasta scala della prodigiosa creatività di Gaudí. Il parco è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Siamo nella zona alta di Barcellona, ​con i suoi giardini esuberanti, edifici unici e dettagli sorprendenti: dalla lucertola dell’ingresso, alla famosa panchina serpeggiante.

Visitare il Parco Güell ti permette di passeggiare all’aria aperta sotto il sole di Barcellona e godere di un lavoro chiave di Gaudí.

Non dimenticare di visitare anche la casa dove l’architetto stesso ha vissuto per gli ultimi 20 anni della sua vita.

Per non aspettare ore in fila, prenota i biglietti online e arriva lì all’orario indicato:

Siamo giunti così alla fine del secondo giorno e anche se le cose ti sembreranno poche, credimi, per vederle con calma ti ci vorrà tutta la giornata.

Itinerario giorno 3: visitare Barcellona in 4 giorni

Siamo arrivati al terzo giorno del nostro itinerario e ci immergeremo nella zona più antica della città.

Sei pronto a scoprire le nuove tappe di questo cosa vedere a Barcellona?

Barrio Gótico

Il Quartiere Gotico, situato a Ciutat Vella, nel cuore della città, è la più antica delle zone di Barcellona.

L’area è delimitata da Las Ramblas, Via Laietana, Paseo de Colón e Plaza de Cataluña.

Il Barrio Gotico è un meraviglioso labirinto, dove per non perderti i luoghi più significativi potresti prenotare un tour della Barcellona Medievale: più informazioni in questa pagina.

I posti imperdibili in questo quartiere sono la Cattedrale, Plaça del Rei, Museo di Frederic Marès, Plaça de Sant Jaume, Plaça del Pi e dintorni, Plaça Reial, le Chiese del Quartiere Gotico e Plaça de Sant Felip Neri.

Barrio El Raval

El Raval è uno dei quattro quartieri del distretto di Ciutat Vella, la città vecchia di Barcellona.

Dopo la ristrutturazione degli anni ’90, è diventato un quartiere bohemien, uno dei luoghi più attraenti nel centro storico dove è possibile passeggiare respirando un’atmosfera multiculturale.

Questa zona è anche un punto di riferimento per la cultura e la street art.

Montjuïc

I lavori realizzati per l’Esposizione Universale del 1929 e le Olimpiadi del 1992 hanno reso Montjüic un’area molto interessante, ricca di musei e altre attrazioni.

La collina di Montjüic è l’unica elevazione importante di Barcellona, a parte il Tibidabo ed è un ottimo punto di osservazione per contemplare la città.

Ricca di luoghi di interesse turistico, come la Fontana Magica, il Castello, la Funivia, il Poble Espanyol, il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna, la Fondazione Joan Miró e l’Orto botanico.

La Fontana Magica

Montjuic

La Fontana Magica è l’elemento principale dell’insieme di cascate e stagni dell’asse Maria Cristina, che va dal Palazzo Nazionale a Plaza de Espanya, a Montjuïc.

Costruita per l’Esposizione Universale del 1929 da Carles Buïgas nel luogo in cui sorgevano le Quattro Colonne di Josep Puig i Cadafalch, demolite nel 1928 e ricostruite nel 2010.

Ha circa 7.000 milioni di possibili combinazioni di acqua e luce, è una fontana spettacolare, che si distingue per giochi d’acqua, suoni e luci!

Ti consiglio questo tour serale per ammirare al meglio la magia delle luci!

Il modo migliore per concludere il terzo giorno dell’itinerario di 4 giorni a Barcellona.

Itinerario giorno 4: vedere Barcellona

Il mio itinerario di cosa vedere a Barcellona in 4 giorni inserisce in questa ultima giornata della attrazioni spesso sottovalutate, ma secondo me imperdibili.

Camp Nou Experience

Cosa vedere a Barcellona

Durante il tour seguirai i passi di giocatori come Kubala, Cruyff, Maradona, Ronaldinho, Guardiola, Messi, Xavi o Iniesta e sentirai la passione Blaugrana.

Tra le aree visitate del Camp Nou ci sono gli spogliatoi, il tunnel di accesso al campo e il campo da gioco, dove ti sentirai come un giocatore del Barça.

Avrai accesso anche alla sala stampa e le cabine dei telecronisti.

Il tour del Nou Camp termina nello spazio multimediale, rinnovato nel 2010: vetrine e murali interattivi e audiovisivi di grande formato compongono questa zona.

Conoscendo la storia della squadra e comprendendo i loro valori, scoprirai perché FC Barcelona è “più di un club“.

Puoi acquistare il tuo biglietto Salta La Fila al Camp Nou, cliccando qui.

Parc de la Ciutadella

Costruito in occasione dell’Esposizione Universale del 1888, il Parco della Ciutadella – al quale collaborò anche l’artista Antoni Gaudí – è stato per molti anni l’unico parco pubblico a Barcellona.

Uno dei principali polmoni della città, è un’oasi lontana dal traffico e dalla fretta.

Gli elementi più sorprendenti del parco sono la sua incredibile cascata e la costruzione del Castello dei Tre Draghi, attualmente Museo di Zoologia.

Oltre a questo, il parco ha monumenti, un lago dove poter fare un giro in barca a remi, una serra e lo zoo di Barcellona.

Uno dei luoghi da inserire nella lista di cosa vedere a Barcellona assolutamente da non perdere.

Tibidabo

Il Parco Tibidabo è la vetta più alta della Sierra de Collserola – 512 metri – nota anche come Montagna Magica, uno dei migliori punti di vista per ammirare Barcellona dall’alto.

Oltre al panorama spettacolare potrai trovare il Parco dei divertimenti Tibidabo (inaugurato nel 1899, è il più antico di Spagna), il Tempio del Sacro Cuore, la Torre di Collserola e l’Osservatorio Astronomico.

Vivi la magia del suo parco divertimenti ultracentenario. Acquista il biglietto qui!

Con questa ultima meraviglia concludo il mio post su cosa vedere a Barcellona in 4 giorni e spero che ti sia utile per pianificare il tuo viaggio.

Scopri dove alloggiare a Barcellona: le 7 zone migliori della città!

Se hai dubbi oppure qualche suggerimento per ampliare o aggiornare questo itinerario di 4 giorni, lascia pure un commento qui sotto e ti risponderò il prima possibile.

Sara Daniele, SEOcopywriter e travelblogger. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging, perché unisce le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.