Esfoliare la pelle
Beauty

Perché bisogna esfoliare la pelle dopo un viaggio

Intro: Esfoliare la pelle significa liberarla dalle cellule morte favorendone il naturale processo di rinnovamento. Ecco perché è importante farlo anche dopo un viaggio.

Naturalmente e in modo spontaneo, la pelle elimina le cellule morte che si accumulano in superficie e si rigenera in media una volta al mese.

Con il passare del tempo, questo processo rallenta causando un persistere delle cellule morte in superficie e ostacolando il rinnovamento cellulare.

L’esfoliazione accelera questo meccanismo, assicurando alla pelle bellezza e levigatezza sempre, per questo è così importante e consigliata per tutte, almeno una o due volte a settimana.

Esfoliare equivale a restituire splendore e morbidezza alla pelle, rivitalizzando il colorito, affinandone la grana e riscoprendo una pelle purificata in profondità, le cui cellule, rinnovate, si fanno più ricettive e pronte a ricevere i trattamenti.

Favorire la rigenerazione cellulare garantisce una pelle più luminosa e liscia con la giusta esfoliazione, da scegliere in base alle proprie esigenze.

Esistono molti tipi di prodotti mirati allo scopo, dallo scrub al gommage: tutti hanno l’obiettivo di eliminare le cellule morte, rendendo la pelle più uniforme e levigata.

I benefici dell’esfoliazione

Esfoliare periodicamente la pelle fa bene al viso e lo rende più luminoso.

I principali benefici che si ottengono da un’esfoliazione costante sono:

  • l’assottigliamento delle rughe superficiali;
  • il progressivo restringimento dei pori che consente anche di attenuare le piccole cicatrici, come quelle da acne;
  • la riduzione delle macchie cutanee favorita dalla rimozione delle cellule morte che trattengono il pigmento;
  • il miglioramento visibile della pelle grassa da cui viene eliminato il sebo in eccesso;
  • la preparazione ottimale della pelle a ricevere al meglio trattamenti nutrienti e idratanti che riescono a svolgere in modo più efficace la propria funzione.

Perchè esfoliare la pelle dopo un viaggio

L’esfoliazione della pelle dopo un viaggio può essere utile per diversi motivi:

  • Rimuovere le cellule morte: Durante un viaggio, specialmente se si trascorre del tempo all’aperto o in ambienti diversi dal solito, la pelle può accumulare una quantità maggiore di cellule morte sulla superficie. L’esfoliazione aiuta a rimuovere queste cellule morte, lasciando la pelle più liscia e radiosa;
  • Pulizia dei pori: L’esposizione a diverse condizioni ambientali, come l’inquinamento, la polvere o il sudore durante un viaggio, può ostruire i pori della pelle. L’esfoliazione aiuta a rimuovere le impurità che si accumulano nei pori, prevenendo l’insorgenza di punti neri o acne;
  • Migliorare l’assorbimento dei prodotti per la cura della pelle: Dopo un viaggio, la pelle potrebbe essere disidratata o stressata. L’esfoliazione prepara la pelle all’assorbimento dei prodotti per la cura della pelle, come creme idratanti o trattamenti specifici, consentendo loro di penetrare più efficacemente nella pelle e fornire i benefici desiderati;
  • Stimolare il rinnovamento cellulare: L’esfoliazione favorisce il processo di rinnovamento cellulare, stimolando la produzione di nuove cellule cutanee. Ciò può contribuire a mantenere la pelle giovane, fresca e luminosa.

Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un dermatologo o un esperto di cura della pelle per determinare la frequenza e il tipo di esfoliazione più adatti alle tue esigenze.

Come esfoliare la pelle

Una buona esfoliazione favorisce il turnover cellulare agendo sulla pelle in modo delicato ma efficace.

Non si deve mai optare per trattamenti troppo aggressivi o eccessivamente frequenti, che rischiano di infiammare la pelle invece di renderla più luminosa e fresca.

Un buon metodo per esfoliare periodicamente l’epidermide è utilizzare uno scrub specifico.

Lo scrub è un trattamento mirato che agisce a livello meccanico e chimico sull’epidermide.

A livello meccanico, l’azione dello scrub avviene grazie ai microgranuli che effettuano una lieve e calibrata abrasione sullo strato più superficiale della pelle.

A livello chimico, lo scrub agisce grazie a componenti come l’acido glicolico, tra i più potenti alfa idrossiacidi, o ad alcuni enzimi dall’effetto disincrostante.

In caso di pelle particolarmente delicata e sensibile, è bene non intervenire con alcuna forma di abrasione che non sarebbe ben tollerata e rischierebbe di creare arrossamenti e fastidi a livello cutaneo.

In queste circostanze, rispetto allo scrub è più indicato il gommage, un trattamento per il viso disponibile generalmente in crema o in gel, privo di microgranuli, e formulato per pulire a fondo le impurità presenti sugli strati più superficiali dell’epidermide, con massaggi ripetuti da effettuare a pelle asciutta.

Una buona crema esfoliante si può scegliere tra i trattamenti Purete Thermale di Vichy, efficaci, delicati e piacevoli al tempo stesso, perfetti per lasciare la pelle rinnovata e purificata in profondità.

Sara Daniele, SEOcopywriter e travelblogger. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging, perché unisce le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.