Casa Piccola
Arredamento e Design

Casa piccola: idee utili per un open space

Al contrario di quanto si pensi, una casa piccola offre delle soluzioni in termini di arredo che possono essere molto soddisfacenti.

Se in alcuni casi basta davvero poco impegno per rendere la nostra abitazione perfetta per i nostri gusti, però, altre volte sono necessari degli interventi più o meno importanti per far sì che il luogo in cui viviamo ci soddisfi a pieno.

Se la casa in questione ci appare troppo angusta, ad esempio, una soluzione ottima consiste nel renderla un open space, uno dei trend più gettonati degli ultimi anni che richiama un po’ i loft newyorkesi e gli ambienti metropolitani.

L’open space spalanca le porte a tantissime soluzioni di arredamento, per via del maggiore spazio disponibile, ma richiede anche dei lavori dal costo non indifferente.

Mai demordere, però, perché ci sono dei modi per affrontare senza problemi i costi che una scelta di questo tipo implica: si può ad esempio fare richiesta per un mutuo per ristrutturazione (e a questo proposito può essere utile leggere su Facile.it come si calcola il tasso IRS del mutuo), approfondendo naturalmente ogni aspetto prima di procedere.

Niente paura, insomma: progettate tutto con calma e fate il possibile per rendere la casa un luogo perfetto per voi.

Spazi delimitati o continui

Casa Piccola

Una soluzione che si rivela particolarmente utile per delimitare parzialmente due ambienti nell’open space è la cucina a U, nel caso di soggiorno e cucina.

Questa permette infatti di suddividere in maniera soft i due spazi, senza separarli in maniera rigida; anche una bella libreria che faccia da séparé può andar bene, soprattutto se la zona living è molto ampia.

Un’altra idea ottima per un open space consiste nel creare un’area soppalcata, indicata soprattutto per una maggiore privacy riservata alla zona notte.

Se lo scopo è invece quello di creare un ambiente unico, senza alcun tipo di separazione concreta, la soluzione migliore è puntare su dei mobili che si sviluppano in lunghezza, unendo quindi gli spazi anche per mezzo degli arredi.

A questo scopo può essere d’aiuto utilizzare dei colori di tonalità molto simili tra loro sia per i tessuti sia per i mobili stessi, andando a creare così un living che dia un senso di continuità e armonia.

In questo caso è consigliabile scegliere dei colori tenui come il grigio chiaro, il beige o, in alternativa, andare sul sicuro con il total white.

Il tocco personale

Se è vero che bisogna seguire alcune regole estetiche per non creare troppo caos all’interno dell’open space, è anche vero che la casa è un luogo in cui ci si dovrebbe sentire sempre a proprio agio al 100%.

Per evitare di avere come risultato un open space troppo piatto e sentirlo più “nostro”, quindi, bisognerebbe sempre dedicare un po’ di tempo (e spazio!) alla personalizzazione.

Per farlo basta davvero pochissimo: si possono sfruttare ad esempio degli elementi d’arredo vintage o dalle forme insolite, oppure appendere alle pareti delle stampe di fotografie fatte da noi; il tutto sempre tenendo bene a mente l’obiettivo di far sì che la casa rispecchi la nostra personalità, senza esagerazioni.

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.