Cosa vedere a Trieste e dintorni
Viaggi

Cosa vedere a Trieste e dintorni

Intro: Scopriamo insieme cosa vedere a Trieste e dintorni: attrazioni imperdibili e luoghi incantevoli!

La scorsa settimana per la rubrica dedicata al Friuli, la nostra Ylenia Pravisani, ci ha guidato alla scoperta di Trieste in un giorno, un itinerario a piedi nelle principali vie del centro, che ti permette di scoprire le bellezze architettoniche della città.

Anche nei dintorni di Trieste ci sono attrazioni e luoghi da visitare!

Posti da esplorare per tutti i gusti:

  • Storia;
  • Natura;
  • Castelli;
  • Tradizioni.

Cosa visitare nei dintorni di Trieste

Trieste e i suoi dintorni saranno in grado di soddisfare ogni tua curiosità e ti verrà voglia di pianificare una vacanza che ti permetta di vedere tutto ciò che desideri!

Allora partiamo!

Chiesa di San Giusto

La Chiesa di San Giusto, domina Trieste dall’omonimo Colle ed è una delle bellezze imperdibili di questa città.

La Chiesa nasce dall’unione della Chiesa di Santa Maria e della Chiesa di San Giusto risalente al 1300 circa.

La facciata è impreziosita dal rosone in stile gotico, il portale reca una stele funeraria di epoca romana e sopra l’ingresso, trovi una lapide in ricordo dei bombardamenti austro-inglesi.

Il campanile ingloba i resti di un tempio romano, mentre gli interni sono decorati da affreschi di stile veneziano.

Nelle immediate vicinanze trovi il Battistero e il Museo dove è visibile l’Alabarda di San Sergio, recuperata dai reduci della prima Crociata.

Castello Miramare

Il Castello di Miramare sorge sulla costa ed è un gioiello affacciato sul mare.

Lo stile nasce da una mescolanza di elementi gotici e rinascimentali.

Il castello è stato voluto dall’Arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo, e doveva essere la residenza d’amore per lui e la sua consorte Carlotta del Belgio.

Purtroppo la tragica morte dell’Arciduca, fucilato in Messico, portò Carlotta alla pazzia e visse nel castelletto annesso, prima di ritornare nuovamente in Belgio.

Al piano terra sono visitabili gli appartamenti dei due innamorati, mentre nelle immediate vicinanze è possibile passeggiare nel bellissimo parco.

Se il tempo lo permette e ami passeggiare, dal centro potete raggiungere il Castello attraverso il lungomare di Barcola.

Risiera di San Sabba

Cosa vedere a Trieste e dintorni

La Risiera di San Sabba è uno dei luoghi della Memoria, testimonianza delle violenze dei nazisti.

Lo stabilimento era adibito alla pilatura del riso e i nazisti lo trasformarono in campo di prigionia, di eliminazione e deportazione di partigiani, ebrei e detenuti politici.

Pur essendo testimonianza della crudeltà passata, merita una visita per non dimenticare le vittime di questo periodo storico buio.

La ciminiera e il forno furono fatti saltare dai nazisti per nascondere le tracce visibili delle loro colpe, ma i superstiti hanno testimoniato e ricostruito la disposizione originale della struttura.

La Risiera oggi è un Museo.

Faro della Vittoria

Il Faro della Vittoria è un luogo pieno di simboli dal quale si può vedere Trieste dall’alto!

Commemora i marinai caduti durante la Prima Guerra Mondiale, ma è decorato da simboli celebrativi anche della vittoria dell’Italia contro l’Impero Austro-Ungarico.

Il Faro è sormontato dalla statua alta circa sette metri raffigurante la Vittoria Alata ed è stata concepita con un complesso meccanismo interno per contrastare e assorbire le potenti raffiche di bora, il vento tipico che soffia su Trieste.

Forse non lo sai che il Faro della Vittoria è ancora oggi il faro più potente dell’Adriatico.

Sentiero Rilke

Per chi ama la natura e le passeggiate è degno di nota il Sentiero Rilke, che collega Sistiana a Duino.

Il sentiero è intitolato al poeta R. M. Rilke ed è molto suggestivo, sia per paesaggi mozzafiato che per la bellissima vista sul mare.

Lungo il sentiero trovi delle postazioni belliche ed è di facile percorrenza ma si raccomanda comunque di prestare molta attenzione lungo la camminata.

Il sentiero culmina con la visita del Castello di Duino, dimora storica dei Principi della Torre e Tasso, visitabile dal 2003.

Tram di Opicina

Cosa vedere a Trieste e dintorni

Il Tram di Opicina è un’altra delle attrazioni imperdibili.

Purtroppo oggi non è in funzione, ma è caratteristico, fa parte della storia della città ed è auspicabile venga rimesso in attivo.

Dal centro città arrivava fino a Opicina, permettendo di godere della bellezza panoramica della città e del suo golfo.

Chi voleva poteva fermarsi prima del capolinea per visitare il Santuario Mariano, raggiungibile percorrendo per alcuni chilometri la Via Napoleonica.

Oppure si poteva fare una fermata gastronomica in una delle tipiche Osmizze, le tradizionali trattorie triestine.

Lo nomino in cosa vedere a Trieste e dintorni perché vale comunque la pena dare un’occhiata!

Grotta Gigante

Ultimo luogo consigliato, ma non meno importante, è la Grotta Gigante, scoperta per caso intorno alla fine del 1800.

È una bellezza mozzafiato, un gioco naturale tra stalagmiti, stalattiti e colate di carbonato di calcio depositato dall’acqua piovana.

La stalagmite più importante è la Colonna Ruggero, alta 12 metri.

Per la visita ti consiglio di indossare felpe e scarpe comode!

Spero di averti dato degli spunti utili di cosa vedere a Trieste e dintorni, che abbiano stuzzicato la tua curiosità!

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.