Zoo di Barcellona
Viaggi

Parc de la Ciutadella e lo zoo di Barcellona

Intro: Parc de la Ciutadella fu il primo specificamente progettato per essere di pubblico utilizzo. Contiene più di cento specie vegetali, alberi centenari, statue meravigliose e lo Zoo di Barcellona. Scopriamolo insieme!

Parc de la Ciutadella fu costruito alla fine del XIX secolo ed è uno spazio ampiamente utilizzato per tutti i tipi di attività ricreative e culturali.

Una tappa assolutamente da non perdere se stai programmando cosa vedere a Barcellona.

Ricco di alberi secolari, presenta una grande varietà di elementi: la cascata monumentale, edifici ottocenteschi ora trasformati in musei, un lago per barche a remi, viali alberati, numerose sculture e lo Zoo di Barcellona.

Parc de la Ciutadella: la sua storia

Il parco si trova nei terreni dove, nel 1715, Felipe V ordinò la costruzione di una grande cittadella militare per il controllo della città.

Per costruirlo, furono demolite le mura dell’estremità nord della città e 1.262 case nel quartiere Ribera.

Nel 1869, il generale Prim, del quale potrai ammirare la statua equestre nel parco, donò la cittadella a Barcellona per ottenere il sostegno della borghesia industriale.

La condizione era che si trasformasse in un luogo dedicato a un parco pubblico.

Così la fortezza militare fu demolita.

Il recupero di queste terre ha permesso di creare un grande spazio verde, necessario in una città come Barcellona sempre più affollata dallo sviluppo industriale.

Josep Fontserè definì come motto del progetto:

“I giardini sono per la città ciò che i polmoni sono per il corpo umano”.

Il layout originale, determinato da Fontserè nel 1872, fu modificato per includere l’Esposizione Universale del 1888 e, in seguito, per installare lo Zoo di Barcellona, ​​uno dei più importanti in Europa, che occupa metà dello spazio del parco.

Come arrivare al Parc de la Ciutadella e allo Zoo di Barcellona

Raggiungere il parco e il suo zoo è molto semplice, ma il modo più conveniente è prendere la metro L4 e scendere alla fermata Ciutadella Vila Olímpica.

Parc de la Ciutadella: il bosco centenario

Zoo di Barcellona

Nel Parc della Ciutadella ci sono diversi alberi centenari e tantissime specie vegetali diverse: un’acacia di Costantinopoli, un arancio della Louisiana, un pino australiano e una coppia di querce piantate alla fine del XIX secolo.

Potrai ammirare anche il cipresso nel lago, piantato all’inizio del XX secolo.

Questo parco è anche la patria di un sacco di uccelli, circa un centinaio di specie diverse.

Degna di nota è la grande colonia di aironi, attualmente la grande in Catalogna.

Eleganti e maestosi, è facile vederli volare in tutto il parco.

Ciutadella è quindi un luogo ottimo per gli amanti del birdwatching.

Parc de la Ciutadella: paesaggistica e design

Un paesaggio spettacolare formato da una cascata monumentale, dal lago e dal gazebo della musica.

Un altro luogo da vedere nel parco è la Plaza de Armes, progettata nel 1916 da l’ingegnere e paesaggista francese J. C. N. Forestier.

È il lavoro paesaggistico meglio conservato del parco ed è un notevole esempio di urbanizzazione vegetale.

Dall’ingresso principale del Parco della Ciutadella, lungo il Passeig de Lluís Companys arriverai al magnifico Arco di Trionfo.

Questa è una delle più belle prospettive urbane di Barcellona.

All’interno del parco, accanto alla doppia fila di tigli, che coprono l’intero percorso fino alla statua equestre del generale Prim, ci sono grandi aiuole con palme altissime.

Da un lato, restano visibili i padiglioni per l’Esposizione Universale del 1888.

Parc de la Ciutadella: arte e architettura

Zoo di Barcellona

Il Parc de la Ciutadella è considerato un museo all’aperto grazie alla profusione e alla qualità delle sue sculture.

Ci sono opere di Frederic Marès (la statua equestre del generale Prim), Eusebi Arnau (busto di marmo di Marià Aguiló), Josep Clarà (bronzo dedicato ai volontari catalani), Josep Llimona (marmo di nudo femminile, Il Desconsol), Pau Gargallo (busto in marmo di Lleó Fontoba), Manuel Fuxa (busti marmorei di Milà i Fontanals, Victor Balaguer e Joaquim Vayreda e la figura in bronzo di Bonaventura Carles Aribau) e Eduard B. Alentorn (gruppo marmoreo del Cigonya i la Guineu).

A causa della loro popolarità, deve essere fatta menzione di due sculture:

  1. La dama con l’ombrello di Joan Roig Soler, per molti anni uno dei simboli di Barcellona, superando addirittura la fontana ornamentale progettata da Josep Fontserè;
  2. Un mammut in pietra, prima e unica riproduzione a grandezza naturale di un animale estinto nel 1907, voluto dal Consiglio di Scienze Naturali.

In alcuni viali troverai anche dei pannelli messi a disposizioni dei writers per realizzare i loro graffiti.

La cascata monumentale 

La cascata monumentale fu progettata da Josep Fontserè nel 1875 e inaugurata nel 1881.

Fontserè aveva come assistente un giovanissimo Antoni Gaudí, al quale sono attribuiti alcune rocce e movimenti decorativi della cascata.

La fontana è decorata da molti elementi scultorei di artisti catalani della fine del XIX secolo.

L’elemento centrale è la nascita di Venere di Venanci Vallmitjana e Barbany, mentre nella parte superiore spicca la Quadriga de la Aurora, con i suoi quattro destrieri, di  Rossend Nobas.

Su entrambi i lati della cascata, ci sono delle scale per accedere una specie di tempio da cui potrai godere di una vista privilegiata sul parco.

Gli altri edifici del Parc de la Ciutadella

Della vecchia cittadella militare costruita nel 1715 restano la cappella militare, opera di Prosper Verboom, il Palazzo del governatore – oggi una delle scuole secondarie della città e l’edificio dell’arsenale, attualmente sede del Parlamento della Catalogna.

Il resto degli edifici nel parco furono costruiti alla fine del 19 ° secolo.

Il primo fu il Martorell Museum of Geology, di stile neoclassico, progettato nel 1879 da Antoni Rovira i Trias, e che fu integrato nel progetto del parco, che Josep Fontserè realizzò nel 1872.

Per quanto riguarda le costruzioni realizzate per l’Esposizione Universale del 1888, resta il cafè-ristorante, un edificio in mattoni coronato da merli, progettato da Domènech i Montaner e che appartiene al primo periodo del modernismo.

Comunemente chiamato il Castello dei Tre Draghi, dal 1934 è la sede del Museo di Zoologia di Barcellona.

Il Parc de la Ciudatella è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 23.

Parc de la Ciutadella: lo Zoo di Barcellona

Zoo di Barcellona

Nello Zoo di Barcellona, all’interno de Parc de la Citadella, vivono oltre 7000 animali di 400 specie diverse.

Non puoi perderti una visita in questo mondo fantastico, scoprendo la sua fauna: primati, felini, uccelli tropicali, delfini.

Sarà una giornata indimenticabile e perfetta per tutta la famiglia.

Lo Zoo di Barcellona occupa oltre 14 ettari all’interno del Parc de la Ciutadella fu fondato nel 1892 e situato negli edifici utilizzati per l’Esposizione Universale del 1888.

La prima fauna ospitata nello zoo proveniva dalla collezione privata di Lluís Martí Codolar, che li teneva nella sua tenuta nel quartiere di Horta.

Lo Zoo di Barcellona è stato ampliato e ridisegnato negli ultimi cento anni, dando priorità al mantenimento e alla reintroduzione di specie minacciate e in estinzione e al miglioramento delle condizioni di vita degli animali.

Qui potrai vedere uno spettacolo di delfini, osservare come vivono mandrilli e scoprire gli uccelli tropicali.

bambini possono divertirsi nello zoo delle coccole, dove possono entrare in contatto con animali da fattoria, cavalcare un pony o giocare nel grande parco per bambini.

Orari e biglietti 

Gli orari di ingresso dello Zoo di Barcellona sono suddivisi in base al mese:

  • Dal 1 ° gennaio al 29 marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 17;
  • Dal 30 marzo al 15 maggio, tutti i giorni dalle 10 alle 18;
  • Dal 16 maggio al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00;
  • Dal 16 settembre al 25 ottobre, tutti i giorni dalle 10 alle 18;
  • Dal 26 ottobre al 31 dicembre, tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00;
  • 25 dicembre, aperto fino alle 14:00.

Puoi acquistare il tuo biglietto online, cliccando qui.

Allora, sei pronto per visitare questo luogo incantevole?

Scopri dove alloggiare a Barcellona: le 7 zone migliori della città!

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.