Cosa vedere a Genova
Viaggi

Cosa vedere a Genova

Genova è la destinazione ideale per chi volesse scoprire il fascino italiano lontano dal caos turistico di mete popolari come Roma, Napoli o Firenze. Scopriamo insieme questa città autentica e ricca di storia, arte e cultura!

Quando pensiamo alle città turisticamente più famose in Italia, la nostra mente vola subito a Roma, Napoli, Firenze.

Spesso dimentichiamo che in realtà, oltre le mete più rinomate, siamo fortunati ad avere un patrimonio artistico, storico e culturale, vanto della nostra nazione.

La città di Genova è una di quelle ricchezze italiane spesso sottovalutate, che secondo me sarebbe importante riscoprire e rivalutare, così come tutta la Liguria.

Genova viene chiamata “la Superba” e si dice che questo soprannome derivi dalle parole di Francesco Petrarca, che nel 1358 scrisse:

“Vedrai una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare”

Ho chiesto alla mia collega blogger genovese Selene Scinicariello di “Viaggi che mangi” di raccontarci un po’ la città dal suo punto di vista.

Ecco quindi:

Visitare Genova, capoluogo ligure

Genova è la mia città.

Adoro raccontarla e anche sul mio blog le ho regalato uno spazio molto ampio.

Anni fa, Genova, era famosa semplicemente per l’Acquario, ma oggi, fortunatamente, le politiche turistiche sono cambiate.

Nel capoluogo ligure i turisti arrivano per fermarsi qualche giorno in più e andare alla scoperta del bellissimo centro storico e di alcuni dintorni cittadini davvero caratteristici.

Genova venne soprannominata “la Superba” da Francesco Petrarca, che la descriveva come una città imponente, grandiosa e protesa verso il mare.

Forse sono un po’ di parte, è davvero una città regale, dominata dall’imponente e silenziosa lanterna, con una storia fastosa e monumenti straordinari.

Nel capoluogo ligure non vi annoierete di sicuro, tra musei, palazzi e parchi.

Ecco allora qualche consiglio sulle attrazioni imperdibili in città.

L’Acquario

Nonostante a Genova oltre all’Acquario ci sia di più, questa è una tappa fondamentale.

Per anni è stato l’Acquario più grande d’Europa, oggi conserva ancora un fascino particolare.

La visita si può considerare davvero completa se si continua il giro anche tra le altre attrazioni del Porto Antico.

Dopo i lavori condotti da Renzo Piano, infatti, questa è una delle zone più interessanti della città.

Non perderti la Biosfera, una serra di vetro dove entrerai in contatto con ibis e pappagalli, e la salita con il Bigo, l’ascensore panoramico, da cui potrai goderti la bellezza dell’opera di dell’architetto genovese.

Cosa vedere a Genova

Il Museo Galata

Poco distante dall’Acquario c’è questo interessantissimo museo, adatto a grandi e piccini.

La visita inizia con la storia del porto e della grande flotta genovese, continuando con un ragionamento sull’immigrazione e, infine, concludendosi sul sottomarino Nazario Sauro.

I vicoli del centro storico

Non si può visitare Genova senza passare dai suoi vicoli.

Se un tempo potevano considerarsi pericolosi, oggi la situazione è cambiata ed è, certamente, migliorata.

Oggi tra Via Prè e Vico della Maddalena si trovano ristorantini e locali caratteristici.

Il mio consiglio è, comunque, di tenere sempre gli occhi ben aperti!

Durante il giorno gironzola per Via Canneto Il Lungo e Via Canneto Il Curto, ricordando, di tanto in tanto, di alzare la testa per ammirare le bellissime facciate genovesi.

Venerdì e sabato sera lasciati conquistare dalla movida, che ha il suo cuore pulsante in Piazza delle Erbe.

Cosa vedere a Genova

Il centro di Genova

Oltre ai famosi e caratteristici vicoli, il centro di Genova è formato anche da grandi piazze e belle strade dello shopping.

Passeggia tra Piazza De Ferrari e Piazza Matteotti, sulle quali si affaccia l’imponente Palazzo Ducale, facendo un po’ di shopping tra Via Roma, per i più facoltosi, e Via XX Settembre, fino ad arrivare a Piazza della Vittoria, dove troverai il maestoso Arco della Vittoria.

I Palazzi dei Rolli

I Palazzi dei Rolli sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2006.

Questi erano un gruppo di palazzi nobiliari che, al tempo dell’antica Repubblica di Genova, erano tenuti, a seguito di un sorteggio pubblico, ad ospitare le alte personalità che si trovavano in visita di Stato in città.

Palazzo Rosso, Palazzo Bianco (che ospita la bellissima Maddalena Penitente di Antonio Canova) e Palazzo Spinola (dove è possibile ammirare una antica cucina d’epoca) sono le tappe imperdibili di un itinerario tra questi maestosi edifici.

Il Palazzo Reale

Il Palazzo Reale di Genova è il mio museo preferito in città.

Tra gli arredi d’epoca, perfettamente conservati, che aiutano a capire la vita di un tempo a Palazzo, qui si trovano affreschi e dipinti di famosi pittori come il Grechetto, Bernardo Strozzi, il Tintoretto e Van Dyck.

Cosa vedere a Genova

La Villa del Principe

Poco distante dal Palazzo Reale e dalla cornice di Via Balbi, si trova la Villa del Principe.

L’antica dimora di Andrea Doria è uno splendido esempio di villa extraurbana genovese.

Panorami caratteristici di Genova

La bellezza di Genova non finisce nei suoi musei o nei suoi edifici storici, ma si completa in alcuni panorami e scenari che lasciano a bocca aperta.

Spianata Castelletto

Il luogo preferito degli innamorati genovesi.

Il panorama da qui è spettacolare!

Si sale con un ascensore da Piazza Portello, descritto da Caproni come “l’ascensore con il quale sarebbe voluto andare in paradiso”, e si arriva ad una terrazza che domina l’intera città.

Boccadasse

Un antico borgo di pescatori, ancora vivo e ancora capace di ricordare le canzoni di De Andrè.

A pochi chilometri dal centro città, qui si respira già l’aria della rara bellezza della riviera ligure.

I Parchi di Nervi e la Passeggiata di Anita Garibaldi

L’ultimo baluardo del Comune di Genova, il quartiere di Nervi, con i suoi parchi rigogliosi e la sua passeggiata sul mare, è il luogo ideale per trascorrere alcune ore all’aria aperta rilassandosi.

Cosa mangiare a Genova e dove

Genova è famosa anche per la sua antica e varia tradizione culinaria.

Ti do qualche consiglio per goderti al meglio la città anche attraverso i suoi piatti tipici.

Comincia con una colazione a base di focaccia: la migliore è quella del forno Da Mario vicino alla Stazione Brignole.

Goditi un pranzo a base di trofie al pesto e pansoti al sugo di noci alla Trattoria Cavour 21.

Per chi avesse voglia di provare anche la trippa accomodata è ottima, soprattutto se è quella dell’Antica Tripperia di Vico Casana.

Se nel pomeriggio ti viene voglia di uno spuntino, una fetta di torta salata è la soluzione perfetta: prendila in una delle tante gastronomie del centro storico.

Se preferisci il dolce, allora, fermati dall’Antica Cioccolateria Romeo Viganotti o dall’Antica Confetteria Romanengo, due bellissime botteghe storiche genovesi.

Cosa vedere a Genova

Come spostarsi a Genova

Nel centro storico di Genova ci si muove tranquillamente a piedi, ma se hai intenzioni di spostarti, ci sono diverse alternative.

Autobus, metro e treno collegano tranquillamente tutti i quartieri di Genova.

Il biglietto integrato Amt/Trenitalia da 100 minuti da 1,60 € può essere una buona idea.

Esiste anche la possibilità di acquistare un carnet da 10 viaggi da utilizzare durante più giornate e da diverse persone o un biglietto 24 ore.

Dove alloggiare a Genova

Se stai cercando una sistemazione in città ti consiglio le zone nei dintorni della Stazione Brignole e il quartiere di Castelletto per muoverti senza problemi anche nelle ore serali.

Altre zone tranquille e molto belle dove alloggiare sono quelle dei quartieri di Sturla, Quarto e Quinto, purtroppo non sono perfettamente collegate durante la notte e se volessi recarti in centro per il dopo cena dovresti prendere un taxi per tornare indietro.

Ti è venuta voglia di visitare Genova?

Non so tu, ma io leggendo le parole di Selene prenoterei subito qualche giorno di vacanza da trascorrere a Genova.

Partiamo?

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.