Cosa vedere a Salerno
Viaggi

Cosa vedere a Salerno

Salerno è una città della Campania che sa offrire tante meraviglie da ammirare. Che tu decida di visitarla in estate o in inverno, in primavera o in autunno, ti stupirà sempre. Scopriamola insieme!

La costiera amalfitana è una delle destinazioni più famose e più belle d’Italia e quando i turisti chiedono dove soggiornare, la maggior parte delle guide consiglierà Amalfi.

È una città davvero deliziosa e con tanti luoghi di interesse da vedere, ma è anche costosa e molto turistica.

Ho pensato quindi ad un’alternativa da proporre e credo che un’ottima soluzione – tra i luoghi da visitare in Campania – sia Salerno, distante circa 54km da Napoli.

È altrettanto bella, ma più economica, meno turistica e, a mio avviso, ha molti posti da vedere e cose belle da offrire: dai musei ai ristoranti, dalla sua storia millenaria a una grande spiaggia.

Per conoscere meglio Salerno, ho chiesto ad Angela Casale del sito Salerno da vivere di raccontare le bellezze di questa città, che oltretutto offre un contatto più spontaneo e meno turistico con i suoi abitanti.

La prima cosa che mi ha detto è che in questa città le possibilità di svago, relax, visite guidate, divertimento e partecipazione a mostre ed eventi non mancano.

Quindi, andiamo

Come arrivare a Salerno

Salerno è facilmente raggiungibile in auto, treno, bus, nave o aereo.

  • In auto: da nord, bisogna percorrere l’autostrada A3 Napoli-Salerno, o la A30 Caserta-Salerno, imboccando l’uscita di Salerno, mentre da sud, dopo aver percorso l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, deve prendere l’uscita Salerno-Fratte per poi seguire le indicazioni e trovarsi al centro della città;
  • In pullman: tutte le linee fermano alla centralissima Piazza della Concordia;
  • In treno: è possibile giungere a destinazione mediante treni regionali, intercity o alta velocità;
  • In aereo: basta atterrare all’aeroporto Salerno Costa d’Amalfi e poi raggiungere il centro della città, servendosi delle linee urbane e suburbane (il n.8 della Cstp, la Sita o autolinee private);
  • In nave: è possibile raggiungere Salerno, attraccando alla stazione marittima.

Cosa vedere a Salerno

Il lungomare e la recente Piazza della Libertà (ancora in costruzione) costituiscono il tappeto di benvenuto, qualunque sia il mezzo di trasporto che tu abbia utilizzato per raggiungere Salerno.

Numerose occasioni di esposizioni, manifestazioni e spettacoli lo rendono vivo, soprattutto nel periodo estivo e natalizio, quando i mercatini di Natale, ben si incastrano con l’iniziativa “Luci d’Artista”, durante la quale la città si veste di opere realizzate con le luminarie.

Tappe obbligatorie sono la Villa Comunale, spesso location espositiva per mostre botaniche e il Giardino della Minerva, raggiungibile con un po’ di cammino a piedi ben ripagato dal panorama mozzafiato, che permette di ammirare tutta la città dall’alto.

Nel centro, passeggiando lungo il corso che collega la piazza antistante la stazione centrale ai vicoli dei Mercanti, la tua attenzione sarà richiamata da splendide Chiese e storici monumenti.

Punte di diamante della città sono:

  • il Museo didattico della Scuola Medica Salernitana, la più antica tra le istituzioni del mondo occidentale;
  • il Museo Provinciale, custode di reperti risalenti dall’età preistorica all’età tardoantica;
  • il Museo Diocesano, dove si possono ammirare ben 69 formelle raffiguranti scene del Vecchio e Nuovo Testamento;
  • la Pinacoteca Provinciale, con opere databili al XV secolo.

Mentre tra gli edifici pubblici di interesse storico o architettonico troverai:

  • il Teatro Comunale “Giuseppe Verdi”;
  • il Palazzo del Comune;
  • il Palazzo della Provincia;
  • il Tempio di Pomona;
  • il Palazzo Fruscione;
  • il Complesso di Santa Sofia.

Quest’ultimo è vicinissimo alla Cattedrale di Salerno, dedicata a San Matteo, patrono della città.

Questo Duomo è solo una delle costruzioni religiose da poter visitare, perché allo stesso modo meritano attenzione la Chiesa di San Giorgio, la Chiesa dell’Annunziata, San Pietro a Corte e Santa Maria De Lama.

Il centro storico di Salerno catturerà la tua attenzione per Piazza Flavio Gioia e Piazza Portanova (in origine erano un unico luogo), Sedile di Largo Campo (piazzetta medievale dove campeggia la Fontana dei Pesci progettata da Vanvitelli) e Largo Abate Conforti.

Organizzandoti sui tempi e spostandoti dal centro, tra i castelli e le fortezze, sono assolutamente da visitare il Castello Arechi (castello medievale che racchiude tre secoli di civiltà longobarda), Fortezza la Carnale (roccaforte difensiva contro gli attacchi Saraceni) e Torre Angellara (costruzione militare difensiva).

Cosa e dove mangiare a Salerno

A Salerno, il caffè e la ricca colazione sono una tradizione!

Per iniziare la giornata con una marcia in più, la Pasticceria Romolo offre una ricca scelta di dolci, biscotteria da tè e prelibatezze varie.

Da segnalare le spettacolari sfogliatelle, la pastiera, le zeppole e gli Apollo.

Tappa obbligatoria anche dalla Antica Dolceria Pantaleone, nei vicoli dei Mercanti, famosa per la Scazzetta – nome dialettale  che indica il copricapo ricevuto dai cardinali dal Papa dolce di pan di Spagna, crema, fragoline di bosco e glassa rossa; il dolce della Strega, un tripudio di cioccolato; scorzette agli agrumi ricoperte di cioccolato e cioccolatini artigianali.

Per un pranzo a base di pesce, ti consiglio La Compagnia del Concord on the Sea, a pochi metri dalla stazione, saprà deliziarti con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Ricco antipasto variegato, primi piatti spettacolari e vasta scelta dei secondi.

Se invece avessi voglia di pizza, sul lungomare tra le numerose attività, spicca Spunzillo, che ripercorre la tradizione della pizza, con prodotti freschi, di alta qualità con un’attesa mai esagerata anche negli orari di punta.

Se al dolce, preferisci il gelato, il bar Nettuno saprà accoglierti con il suo vasto banco, con gusti sempre nuovi.

La tradizionale brioche Nocciotella, Kinderone e Panna, gareggia egregiamente con i coni delle diverse misure al gusto di Mandarino e Kinder Cards.

Per una pausa immersi nel verde, il sorbetto al limone del chioschetto alla villa comunale, è imbattibile.

Dove dormire a Salerno

Se deciderai di soggiornare a Salerno per più giorni, potrai rimanere al centro alloggiando al Plaza Hotel.

La struttura, in posizione centralissima, è dotata di stanze confortevoli, offrendo una reception h24, servizio wi-fi gratuito e ricca colazione.

Allora, ti ho convinto a visitare Salerno?

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.