Santuario Marzale
Viaggi

Il Santuario del Marzale e il Parco Naturale del Serio in Lombardia

Intro: Se ti trovi nelle zone tra Bergamo e Cremona, potresti decider di passeggiare nel Parco Naturale del Serio, ammirando anche il suggestivo Santuario del Marzale. Scopri con me la bellezza di questi luoghi!

Ho sentito spesso dire che a Bergamo, Cremona, Crema e dintorni non ci sia niente di interessante da vedere, che sono città visibili velocemente e che basta anche solo un giorno per creare un itinerario soddisfacente.

Nulla di più falso!

Queste zone della Lombardia sono ricche di cultura, tradizione e fascino, ma bisogna aver voglia di scoprirle con occhi liberi da pregiudizi.

Durante il mio week-end lombardo ho scoperto non solo le città di Bergamo Alta, Cremona e Crema, innamorandomene, ma anche dei luoghi magici come il Santuario del Marzale e il Parco Naturale del Serio.

Il fascino del Santuario della Beata Vergine del Marzale

Santuario Marzale

Il Santuario della Beata Vergine del Marzale, comunemente conosciuto come il Marzale, si trova lungo la tortuosa strada che da Ripalta Vecchia conduce a Ripalta Arpina, in provincia di Cremona.

I dintorni della chiesa, circondata da pioppeti, riconoscono a questo luogo sacro un’atmosfera di intimo raccoglimento, di calma e riflessione.

Troverai il santuario sull’estremità della riva alta del fiume Serio, alla quale si accede scendendo una scala a strapiombo di circa 12 metri, che separa il Marzale dal fiume cremasco.

Secondo una leggenda popolare, nel XIV secolo, in questo luogo sarebbe avvenuta un’apparizione, della quale non esistono documenti scritti a conferma, ma si sa che in questi casi chi ha fede non necessità di altro.

Alla chiesa si accede tramite un cortile racchiuso da un muretto rustico: non ha una vera facciata perché pare non si volessero coprire gli affreschi della Via Crucis di Tommaso Piccinardi, realizzati all’esterno nel 1757.

Molto probabilmente, però, questa mancanza è una conseguenza del crollo di parte della chiesa dopo una piena del Serio.

All’interno, un’unica aula termina con 3 cappelle, delle quali la più importante è la centrale con altare barocco.

Qui è incastonata l’immagine della Madonna del Latte, seduta mentre porge il latte al Bambino che ha in braccio, opera di un autore sconosciuto.

La parete laterale settentrionale presenta degli affreschi degni di nota, come la Madonna in Trono, un Santo ignudo e lo Sposalizio di Santa Caterina, commissionato dalla famiglia Terni di Crema.

Potrai anche notare un affresco interrotto dalla controfacciata, indizio che la chiesa un tempo era più lunga.

Nella parete laterale meridionale troverai altri affreschi come la Madonna in Trono, le Opere di Misericordia e San Francesco, datati 1580.

Addossato alla chiesa, vedrai un edificio, un tempo abitazione dell’eremita, addetto alla manutenzione ed all’apertura della chiesa.

Una scala, conosciuta come Scala Santa, scende verso la valle del Serio, dove sorge la cappella settecentesca dell’Apparizione.

La natura incontaminata del Parco Naturale del Serio

Parco del Serio

Il Parco del Serio è un parco naturale che si sviluppa da Seriate lungo il fiume Serio fino alla sua foce nell’Adda.

La sua istituzione risale al 1973 quando le province interessate espressero la loro volontà di tutelare l’ambiente fluviale seriano, ma la proposta fu attuata solo nel 1985.

Gli obiettivi del parco sono di ricreare l’equilibrio fra l’uomo e la natura, arricchendo la biodiversitàconservare e valorizzare il patrimonio naturalistico e storico-ambientalestimolare la conoscenza dell’ambiente con bacheche e segnaletica botanica.

Una passeggiata incantevole, in cui fiori e piante offrono colori, profumi e sensazioni quasi magiche.

Parco del Serio

Ti capiterà anche di fare qualche incontro con gli animali che popolano la zona, a volte non sempre piacevoli: io ho avuto un attimo di spavento, quando ho intravisto sul cammino un serpente – forse in realtà era una biscia – ma si è spaventato più e ed è fuggito subito via!

Poter camminare e ammirare questa natura incontaminata sarà un’esperienza indimenticabile, ma ricorda di indossare pantaloni lunghi, scarpette comode e di portare un anti-zanzare.

Per il resto, preparati a riempire gli occhi di bellezza naturale.

Parco del Serio

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.