Cosa vedere a Bergamo
Viaggi

Cosa vedere a Bergamo Alta in un giorno

Intro: Bergamo, città di storia, arte e bellezza. Vuoi sapere cosa vedere a Bergamo in un giorno? Scoprilo con me!

L’ultima volta che ero stata a Bergamo avevo 12 anni ed ero andata a trovare dei parenti.

Ammetto che la ricordavo vagamente e quindi, quando la mia amica Marta mi ha proposto di trascorrerci una mattinata, ho accettato molto volentieri.

Se sei in cerca di consigli di viaggio su cosa vedere a Bergamo in un giorno, allora segui il mio itinerario a piedi in città alta!

Come raggiungere Bergamo alta

Arrivare a Bergamo Alta è molto semplice e comodo.

Se sei arrivato all’aeroporto internazionale di Orio al Serio, Bergamo dista soli 20 minuti di autobus.

Mentre se hai deciso di raggiungere la città in treno, la stazione ferroviaria è nella parte meridionale della città bassa.

Parcheggiare Bergamo Alta

Se sei in auto, ecco una mappa dei parcheggi di Bergamo per scegliere quello più adatto alle tue esigenze e il link per averla sempre con te: https://goo.gl/maps/paqysggi1m9tds4n9

Il mio consiglio è di parcheggiare a Bergamo bassa, in via Rosmini, fuori dalla ZTL e con strisce bianche, quindi gratuito.

Attraversando la galleria accessibile anche ai pedoni, in pochi minuti raggiungerai la Funicolare.

Ecco la mappa:

Mappa Funicolare Bergamo Alta

Ti basterà acquistare i biglietti (Zona 1 – € 1,30 valido 75 minuti) e in cinque minuti sarai a Bergamo Alta.

Le funicolari sono due e tu dovrai prendere quella che collega Bergamo Bassa con Bergamo Alta.

Sia il tragitto che lo spettacolo che ti ritroverai davanti appena arrivato è davvero caratteristico, poiché ti catapulta all’istante tra vicoletti ricchi di storia e fiori colorati.

Cosa vedere a Bergamo Alta in un giorno

Cosa vedere a Bergamo

La città alta di Bergamo è ricca di storia medievale: la sua cinta muraria è ancora riconoscibile e mostra tutta l’eleganza della città.

Le porte difensive di Bergamo del XVI secolo erano così impenetrabili che la città non fu mai conquistata, di conseguenza i meravigliosi capolavori architettonici all’interno del perimetro sono in condizioni immacolate.

Visitare Bergamo in un giorno è possibile e le cose da vedere ti colpiranno per l’elegante bellezza.

Ecco l’itinerario di Bergamo Alta che ho realizzato e che ti consiglio.

Ti lascio anche la mappa per orientarti al meglio e il link per scaricarla: https://goo.gl/maps/AVystUrQwPpNe9hS6

Il nostro itinerario di Bergamo Alta inizia dall’uscita della Funicolare e la prima tappa da raggiungere è Piazza Vecchia.

Piazza Vecchia

Visitare Bergamo è un vero tuffo nel passato!

Passeggiando tra vicoletti, negozietti e balconcini del centro storico, imbocca Via Gombito e arriverai alla Piazza Vecchia.

Un gioiello dell’architettura rinascimentale, progettato e costruito nel XV secolo e considerato il primo passo verso la costituzione della Città Alta come polo artistico e culturale.

Cosa vedere a Bergamo Alta in un giorno

In Piazza Vecchia troverai molti monumenti di Bergamo Alta, considerati capolavori architettonici ed artistici:

Fontana del Contarini

Fontana del Contarini Bergamo Alta
Fontana del Contarini Bergamo Alta
L’acqua della Fontana del Contarini è potabile

La Fontana del Contarini, con sfingi dal volto di donna, fu regalata alla città dal Podestà Veneto Contarini nel 1780.

Composta di statue ornamentali disposte in modo simmetrico, vedrai due piccole sfingi contrapposte tra loro: una osserva in direzione del Palazzo della Ragione e l’altra, della Biblioteca Civica.

Ai piedi, hanno piccole vasche che raccolgono l’acqua potabile dalla loro bocca.

Accanto ci sono due piccole colonne, sulle quali sono scolpiti serpenti e leoni.

Sui lati rimasti sguarniti, si collocano due statue rappresentanti un leone, simbolo della Serenissima, che in quel tempo comandava la città.

Palazzo Nuovo

Il Palazzo Nuovo, contrapposto al medievale Palazzo della Ragione, è sede della Biblioteca Civica “Angelo Mai”.

Un’istituzione di conservazione storica tra le più importanti d’Italia, ricca di 677.145 volumi e 16.830 manoscritti.

Palazzo del Podestà

Palazzo del Podestà Bergamo

Il Palazzo del Podestà, risalente al secolo XII, fatto costruite dalla potente famiglia Suardi, che lo mise a disposizione della città.

Il palazzo divenne luogo di residenza del Podestà, chiamato a reggere il comune e potendo contare, al bisogno, sulle carceri poste sotto la torre.

Oggi, al piano terra del palazzo, puoi immergerti nella Bergamo romana degli scavi archeologici, per poi salire al primo piano e ammirare i meravigliosi affreschi del cavedio rinascimentale.

Qui si apre il Museo del Cinquecento, un percorso multimediale e interattivo.

Orari di apertura e biglietto

Da ottobre a maggio
Mart-dom 9.30 – 13.00 / 14.30 – 18.00

Da giugno a settembre
mart-ven 10.00– 13.00 / 14.30 – 18.00
sabato e festivi 10.00-19.00

Chiuso il lunedì, Natale e Capodanno.

Il costo del biglietto è di 5€ e include la visita al Campanone.

Torre Civica o Campanone

Campanone Bergamo

La Torre Civica o Campanone è un esempio di torre campanaria civile medioevale.

Salendo in cima, potrai ammirare uno splendido panorama di Bergamo dall’alto.

Ancora oggi, tutte le sere alle 22.00 il Campanone batte i suoi suggestivi 100 rintocchi, in ricordo della chiusura delle porte della città durante la dominazione veneta.

Orari di apertura e biglietto

Da novembre a marzo
Mart-ven 9.30 – 13.00 / 14.30 – 18.00
sabato e festivi 9.30-18.00

Da aprile a ottobre
mart-ven 10.00 – 18.00
sabato e festivi 10.00 – 20.00

Chiuso il lunedì, Natale e Capodanno.

Il costo del biglietto è di 5€ e include la visita al Palazzo del Podestà.

Palazzo Vecchio o Palazzo della Ragione

Palazzo delle Ragione Bergamo

Il Palazzo delle Ragione è un edificio storico – si amministrava la giustizia – che separa Piazza Vecchia da Piazza del Duomo.

Ha un loggiato, sotto il quale noterai i nomi dei mesi dell’anno, dei simboli e delle linee di colore diverso rispetto al pavimento.

Hai trovato la Meridiana, anche conosciuta come Orologio Solare, risalente al XVIII secolo.

Viene definita “a camera oscura“, perché a indicare la posizione del sole rispetto alla terra è un raggio luminoso, che penetra nell’ambiente buio attraverso un foro praticato in una lastra di metallo.

A mezzogiorno, in qualsiasi stagione dell’anno, il raggio di sole attraversando il buco toccherà il pavimento, indicando il mese esatto nel quale ci troviamo.

Meridiana Bergamo Alta

Cosa fare a Bergamo, prima di iniziare la visita della città?

Goditi, come ho fatto io, la colazione seduto al tavolino del Bar Flora, che offre una visuale completa su tutta la piazza.

Uno dei bar più famosi a Bergamo Alta, in una posizione strategica per poter apprezzare al meglio l’atmosfera della città.

Bar Flora Bergamo

Piazza Duomo

Da Piazza Vecchia, attraversando un arco, ti ritroverai in Piazza Duomo, con altrettanti capolavori architettonici:

  • Il Duomo, che affaccia sull’omonima piazza, nasce da un progetto dei Filarete modificato durante la costruzione durata parecchi secoli. La decorazione interna fu completata alla fine dell’800;
  • il Battistero, che fu costruito nel 1340 da Giovanni da Campione per l’interno di Santa Maria Maggiore;
  • la Basilica di Santa Maria Maggiore, che risale al XII secolo e della quale il rigore romanico dell’esterno si contrappone alla sontuosità barocca dell’interno e nella quale si può ammirare anche la tomba di Gaetano Donizetti;
  • la Cappella Colleoni, che fu eretta nella seconda metà dei ‘400.

La Basilica di Santa Maria Maggiore

Cosa vedere a Bergamo Alta in un giorno

Se hai il tempo di visitare solo una delle tante attrazioni di Bergamo, assicurati che sia la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Senza esagerare, questa chiesa del XII secolo è uno degli edifici più incredibili che io abbia mai visitato.

Resterai incantato dalla cura dei dettagli e dalla devozione per le arti decorative: affreschi colorati, intricati arazzi, busti, statue e fioriture artistiche adornano ogni superficie, dal pavimento al soffitto.

All’interno, potrai vedere anche un bellissimo monumento di Bergamo Alta, la Tomba del compositore bergamasco, Gaetano Donizetti.

Tomba Gaetano Donizetti Bergamo

Sono rimasta senza parole e tutto ciò che ho potuto fare è stato trovare un posto, per sedermi a contemplare meravigliata tanta bellezza!

Il Tempietto di Santa Croce

Trovandosi all’ombra della Basilica di Santa Maria, questa stupenda cappella dell’XI secolo è nascosta in bella vista, ma devi assolutamente visitarla.

Il Tempietto di Santa Croce di forma ottagonale è piccolo e pieno di murales risalenti al medioevo.

L’interno è spesso chiuso al pubblico, quindi informati bene sugli orari di apertura!

Il Duomo di Bergamo e la Cappella di Papa Giovanni XXIII

Duomo di Bergamo

Il Duomo di Bergamo è proprio accanto alla Basilica di Santa Maria Maggiore.

In circostanze normali, l’interno del Duomo, straordinariamente bello, sarebbe il gioiello turistico di ogni città.

Solo che, accanto alla meravigliosa Basilica risulta un po’ semplicistico.

Nonostante ciò, la cattedrale ha una propria raffinatezza e una sontuosità che ho amato.

Mentre la Basilica offre colori e dettagli sfacciati, la Cattedrale vanta un’eleganza sofisticata: decorazioni in oro lucido adornano le pareti e i soffitti, entrambi di semplice bianco a contrasto.

All’interno, c’è anche una Cappella dedicata a Papa Giovanni XXIII, bergamasco, con alcune reliquie.

Cappella Papa Giovanni XXIII Bergamo

Cappella Colleoni

All’interno della Cappella Colleoni, una chiesa e un mausoleo del XV secolo, vicina alla Basilica di Santa Maria Maggiore, non potrai fotografare.

Ma credimi, vale la pena dare un’occhiata!

Non dimenticare di toccare i tre testicoli di Bartolomeo Colleoni.

Confuso? No, è una storia semplice.

Bartolomeo Colleoni fu un capo militare nel XV secolo a cui è dedicata la cappella e le cui spoglie si trovano all’interno.

Soffriva di orchite, una malattia che gli aveva fornito tre testicoli.

Era così insolitamente orgoglioso della sua afflizione, che insistì perché  sullo stemma della sua famiglia ci fossero tre testicoli in suo onore.

Lo stemma può essere visto sul cancello davanti alla cappella e, si dice, che la buona fortuna ricada su chiunque sfreghi i testicoli.

Ovviamente la famosa frase “Non è vero, ma ci credo” ha fatto sì che la pratica di sfregare i testicoli sia stata adottata non solo tra la gente del posto ma anche  dai turisti, tanto da rendere ormai di tonalità dorata i 3 gioielli di famiglia.

Questo li rende facili da individuare!

Il Panorama dal Belvedere

Passeggiando tra strette viuzze, arriverai al Belvedere e potrai ammirare un panorama stupendo su Bergamo Bassa e dintorni.

Se la giornata fosse particolarmente limpida, potrai apprezzare tanti piccoli dettagli di un paesaggio che sembrerà dipinto.

Cosa vedere a Bergamo

Ho scoperto anche che per i posti da visitare, c’è la possibilità di ricevere il Bergamo Art Passport.

Un passaporto dell’arte turistico realizzato dal Comune di Bergamo in collaborazione con The Blank Contemporary Art, disponibile gratuitamente per chiunque voglia scoprire la città.

I passaporti possono essere recuperati direttamente nei luoghi segnalati e vidimati con timbri da collezionare, realizzati appositamente da artisti contemporanei.

Un bel modo di valorizzare il turismo e le cose da vedere a Bergamo!

Cosa vedere a Bergamo

Ad ogni visita, in uno dei musei o dei punti d’interesse, corrisponde un timbro e ce ne sono ben 35.

Io ho, ovviamente preso il mio passaporto dell’arte, anche se purtroppo ho collezionato solo due timbri, ma sarà una buona occasione per ritornare presto in questa città.

Passeggiare per i vicoli di Bergamo Alta

Il modo migliore per visitare Bergamo Alta è perdersi tra i suoi caratteristici vicoli.

Conoscerai una città elegante e silenziosa, che ti accoglierà con la sua bellezza di altri tempi.

Vicoli di Bergamo Alta

Cosa mangiare a Bergamo

Molte persone credono erroneamente che Bergamo non abbia tradizioni culinarie, ma si sbagliano.

Il cibo è una delle cose per le quali venire a visitare questa città.

Ecco una lista delle prelibatezze che potrai gustare:

  • Polenta Taragna: un contorno caldo a base di una miscela di farine di grano saraceno e granturco con l’aggiunta di burro e formaggio. La ricetta tradizionale necessita di formaggi quali Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana, del Bitto DOP oppure del Bitto storico;
  • Casoncelli alla Bergamasca: oltre alla polenta, il piatto tradizionale più famoso di Bergamo sono i casoncelli. Pasta a forma di mezzaluna ripieni di pane, parmigiano, carne di manzo e suino, prezzemolo, uvetta, scorza di limone, amaretti, pere;
  • Salame bergamasco: nasce dalla necessità di avere un salume che potesse resistere all’umidità della zona, stagionato oltre i 100 giorni. Le sue peculiarità sono che per realizzarlo vengono usate tutte le parti del maiale e che proviene da un suino pesante, alimentato con i cereali coltivati nella zona, come il mais;
  • Polenta e osei dolce: è polenta dolce ricoperta da pasta di mandorle gialla decorata con uccelli di cioccolata.

Dove dormire a Bergamo Alta

Se dovessi decidere di restare qualche giorno in più, per visitare la città con calma o anche per fare un giro nei dintorni, ecco la mappa di dove dormire a Bergamo Alta.

Booking.com

Mi auguro che questi suggerimenti ti siano utili per una breve visita a Bergamo.

E tu, sei mai stato a Bergamo?

Non dimenticare di leggere anche le 3 passeggiate sui colli della città da non perdere assolutamente!

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.