Seta Alessandro Baricco
Libri

Seta di Alessandro Baricco: il libro e il film

Prendendo in mano qualsiasi libro, inizio a sfogliarlo, mi metto a curiosare, lo annuso, scorro le pagine sotto i polpastrelli per sentirne la consistenza, lo studio un po’.

Pregusto il momento appena precedente il vero e proprio inizio della lettura.

Spesso leggo qualche frase.

La prima, la seconda.

Poi mi distraggo.

Se non sono in vena possono passare giorni prima di leggerlo sul serio.

“Era come tenere tra le dita il nulla.”

Quando ho preso in mano Seta di Alessandro Baricco, non c’era molto da studiare, in quelle poche pagine.

Acquistalo qui!

Ho iniziato. Ho finito. Ero stordito.

Dovevo solo starmene per i fatti miei, in silenzio.

Quando qualcuno inizia a raccontarti una storia, tu non interrompi.

Baricco ha un certo modo di raccontarci la storia di Hervé Joncour.

Detta lui i tempi. Frasi brevi. Colpi precisi. Ben assestati.

Tu lo stai a sentire.

T’immagini una voce lenta e profonda, che con le storie ci sa fare.

E tu lo stai a sentire e basta.

Non ti puoi distrarre perché non c’è nulla che sia fuori posto, non ci sono chiacchiere noiose.

Ogni parola è affascinante. Ogni parola è quella giusta.

“Insegnare. E avere segreti da raccontare. Era un uomo fatto così.”

Io mi sono ritrovato come un bambino curioso, seduto con le gambe incrociate ad ascoltare una storia.

Quei pochi personaggi che tu non conosci affatto, che ti sembra di vedere come in un sogno.

Sembra assurdo ma le parole usate per descriverli ci fanno capire che voce possano avere, i loro desideri, i loro segreti.

Hervé comprava e vendeva bachi da seta. Nel 1861. Andando fino in Giappone. Dall’altra parte del mondo, fino alla fine del mondo.

Un viaggio capace di cambiare qualcuno, anche

“uno di quegli uomini che amano assistere alla propria vita, ritenendo impropria qualsiasi ambizione a viverla.”

Hervé Joncour ogni anno attraversava il mondo, ogni anno tornava indietro a Lavilledieu, alla sua vita quieta e silenziosa, portandosi dietro un carico prezioso.

Non leggerete di fantastiche avventure di un secolo e mezzo fa, leggerete i pensieri di un uomo, e di una donna.

Ascolterete questa storia, con questo ritmo preciso, portandovi dietro un carico pesante, desiderando qualcosa di lontano, che non si trova dietro l’angolo, ma dall’altra parte del mondo.

Oppure no.

Adoro riascoltare questa storia. Ogni volta.

La tranquilla malinconia che mi lascia ogni volta addosso, l’adoro.

Seta di Alessandro Baricco è un libro del 1996, nel 2007 ne è stato tratto il film, omonimo, di François Girard, con Keira Knightley, Michael Pitt e Alfred Molina.

Concedetevi prima quell’oretta per ascoltare il racconto dal libro, poi vedrete quei volti che finora avete solo immaginato.

Hélène bellissima, Baldabiou spassoso.

Baricco potrà essere anche antipatico a qualcuno, ma non rinuncerei mai a una storia raccontata con quella voce lenta, vera. Esatta.

A cura di
Fabio Michetti

Per acquistarlo

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.