Books,  Libri

In Bianco e Nero – Maddalena Lonati

Quando l’anno scorso intervistai Maddalena Lonati per l’uscita del suo libro “L’apostolo sciagurato“, non avrei mai immaginato che una parte della mia recensione sarebbe finita sul suo nuovo libro “In bianco e nero“.
Di Maddalena vi ho già parlato qui ed anche del suo modo di scrivere coinvolgente e ricercato.
“In bianco e nero” è, come il suo lavoro precedente, una raccolta di racconti incentrati sull’eros, sul piacere e sulla sensualità. Queste tematiche vengono poi raccontate attraverso un filo conduttore che è l’Arte, vista in molte delle sue forme.
La scrittura di Maddalena Lonati, pur trattando argomenti come la sessualità e l’erotismo, non è mai volgare o scontata. Ogni racconto coinvolge il lettore con la descrizione di sensazioni, odori, immagini ed emozioni che sanno far vibrare l’anima.
Lo stile narrativo è curato, studiato e scelto accuratamente, così come le scelte tipografiche, l’uso dell’interlinea doppia, grazie alla quale si può entrare ed uscire dalla narrazione.
L’originalità delle varie trame si nota negli intrecci tra amore e arte. Nonostante l’amore sia un argomento abusato, Maddalena Lonati riesce a renderlo intrigante attraverso una gamma di sfumature creative, che riescono a far fare al lettore un viaggio interiore ed a creare suspense, fino alla fine dei racconti.
Nei vari racconti, vengono trattati temi comuni, in cui ognuno di noi può rispecchiarsi, come il rapporto con se stessi, la perdita di una persona cara o lo sconcerto di fronte ad una scoperta inattesa.
Anche gli argomenti più duri da affrontare, vengono trattati con delicatezza ed espressi attraverso personaggi coraggiosi e pieni di forza di volontà. Le donne hanno una forte personalità, hanno idee chiare ed anche quando sembrano sottostare a delle scelte fatte da altri o da un destino avverso, alla fine riescono a gestirle e volgerle secondo il loro desiderio.
L’erotismo molto presente e forte, riesce ad essere sfumato da una parte cerebrale, non è mai fine a se stesso.
Accennerò ai vari racconti, per poter risvegliare in voi la curiosità di leggere, quello che io trovo un libro dai mille spunti di riflessione.
* “A pezzi” : è il racconto che apre il libro ed è alquanto shockante, leggere di come una donna decide di “darsi a pezzi” all’uomo di cui si innamora e al mondo. Qui l’arte è presente sotto forma di scultura.
* “La dieta” : una dedica al Ritratto di Dorian Gray, una donna e la sua vanità contro l’amore incondizionato ed inalterato del marito. L’arte si presenta sotto forma di pittura.
* “Capacità” : è un richiamo alle Relazioni Pericolose di Laclos, il romanzo epistolare si sostituisce ad uno scambio di e-mail molto particolare, che porterà alla realizzazione di un progetto. L’arte della scrittura.
* “Selene” : un rapporto tra un uomo con dei difetti fisici e la sua amata, un Quasimodo con la sua Esmeralda, basato sull’arte della fotografia.
* “In bianco e nero”: il racconto da cui prende il nome il libro. Un episodio che ti entra dentro, un rapporto di un eccentrico milionario e la realizzazione delle sue fantasie attraverso Anita. Non si può riassumere o esprimere a parole senza sminuirne il valore dell’impatto che si ha leggendolo. L’arte qui è presente attraverso l’action painting di Pollock e la videocamera, un’orgia colorata diventa un filmato da ammirare.
* “Zia Sveva” : il rapporto tra una zia e una nipote, un regalo speciale e la scoperta di qualcosa di inatteso. L’arte della scrittura.
* “L’opale” : è un richiamo ad un’altra passione della scrittrice, che è un’esperta di gioielli d’epoca. Si racconta che l’opale è una pietra che porta sfortuna, ma la realtà è un’altra, è una pietra stupenda, ma rara e fragile. Da qui nasce il racconto di un amore incondizionato.
Spero di aver suscitato la vostra curiosità e lo farò ancor di più mostrandovi anche il booktrailer del libro che potrete trovare nelle migliori librerie ed in internet: “In Bianco e Nero” di Maddalena Lonati, Robin Edizioni.
Buona lettura e fatemi sapere cosa ne pensate. 

Sara Daniele, copywriter, blogger, travel marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.