Il tuo viaggio della vita inizia con una scelta

il viaggio della vita

Il tuo viaggio della vita inizia con una scelta.

Quella che ti urla la tua anima, quando riesci a fermarti ad ascoltarla.

Se avessi dei dubbi, non è la scelta giusta oppure non è il momento di farla.

Quando lo sarà, ogni fibra del tuo corpo ti dirà: “Vai!”.

In quel momento, non avere paura.

Scegli. Vivi!

A chiunque me lo chieda, consiglio di vivere a pieno la vita, di godere dei piccoli momenti, di prendersi cura di sé stessi e di imparare ad ascoltarsi e a conoscersi, per potersi relazionare agli altri in modo più autentico.

Ultimamente sto trovando fondamento, in ciò che ho sempre cercato di realizzare da auto-didatta, in pratiche come la meditazione.

Mi hanno chiarito le idee anche libri che aiutano le persone a migliorarsi o ascoltare chi ha trovato la sua strada e raggiunto il successo, personale e professionale, imparando innanzitutto ad amare se stesso.

Mettersi in discussione non è mai facile.

Imparare ad ascoltarci, invece che dar retta a tutti i fattori esterni è difficile.

La paura di scoprire di essere come mai avremmo voluto diventare, a volte è immobilizzante.

Quando si riesce a fare la scelta di intraprendere il proprio percorso, allora si scopre che il viaggio è estenuante e complicato, pieno di domande, insicurezze e bivi, ma anche entusiasmante, emozionante e coinvolgente.

Imparare ad agire d’istinto (di cuore), senza dimenticarsi di fare le giuste valutazioni considerando anche la mente, è complicato.

In tanti, di fronte a scelte difficili, mollano e si lasciano trasportare dagli eventi verso la soluzione più facile o gestibile, che però probabilmente li renderà infelici per molto tempo.

Nell’ultimo anno, ho fatto scelte che mi spaventavano, a volte il solo pensiero di ciò che avrei affrontato mi paralizzava.

Ero, però, arrivata ad un punto in cui la mia mente e il mio corpo mi chiedevano di scegliere ciò che mi avrebbe fatto star bene, per allontanarmi da ciò che mi rendeva insofferente.

Principali step per conoscere e amare te stesso

Per iniziare il tuo viaggio verso la conoscenza di te stesso e per scoprire cosa ti renderebbe davvero soddisfatto, ci sono dei punti  che potranno esserti utili (almeno per me lo sono stati):

  • Abbraccia e comprendi le tue imperfezioni;
  • Fai spazio ad attimi di riposo e meditazione, per ascoltarti e rilassarti;
  • Pratica la gratitudine (ricordati ogni sera di esser grato di qualcosa che hai o ti è accaduta durante la giornata);
  • Pratica la gentilezza;
  • Impara a comprendere e fare ammenda dei tuoi errori;
  • Spera, desidera qualcosa e impegnati perché accada (sei tu l’artefice del tuo viaggio, nessuno ti regalerà mai nulla);
  • Non avere vergogna di te, del tuo passato, delle tue scelte errate, di momenti oscuri della tua vita, di qualsiasi cosa potrebbe farti sentire inferiore o insicuro, perché sono comunque esperienze che ti avranno insegnato qualcosa che potrà tornarti utile durante il percorso;
  • Crea connessioni con persone positive, che ti renderanno migliore.

Quando riuscirai ad amare ed accettare davvero chi sei, tutto il resto verrà da sé: i successi, gli amori, la felicità, tutto ciò che di più bello desideri.

Scegli te stesso, prima di tutto. Starai meglio tu e chi ti è accanto.

Ovviamente non voglio insegnarti nulla, solo condividere quel che fa stare bene me e che sto imparando anch’io, sperando possa essere d’aiuto per riflettere.

Sara Daniele
Seguimi

Sara Daniele

Travel, Fashion & Lifestyle Blogger, Event Manager, Community Manager at Emotionally di Sara Daniele
Sara Daniele, blogger, community manager, content&digital marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.
Sara Daniele
Seguimi

NON ANDARE VIA, C'È ANCORA MOLTO DA LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *