Un tour a Londra sulle tracce di Jack lo Squartatore

jack lo squartatore tour londraHai mai pensato di visitare Londra seguendo le tracce di Jack lo Squartatore? Scopri con me i luoghi dove agiva l’efferato serial killer, in un tour che ti catapulterà nell’800 londinese.

Finalmente hai programmato il tuo viaggio a Londra e non vedi l’ora di essere lì per scoprire tutti i posti più famosi e imperdibili e godere delle bellezze della città.

Hai fatto tutto: prenotato volo e hotel, deciso cosa mettere in valigia e pianificato ciò che vorresti vedere, ma guardando il tuo itinerario di viaggio ad un tratto ti sembra che sia alquanto banale.

Cosa fare di insolito a Londra?

Vorresti vivere qualcosa da poter raccontare al tuo rientro come esperienza indimenticabile.

Bene, allora stai leggendo l’articolo giusto perché quel che voglio consigliarti è un tour sulle tracce di Jack lo Squartatore.

Credo che difficilmente troverai qualcosa di più emozionante e memorabile.

Chi era Jack lo Squartatore

Jack lo Squartatore, traduzione italiana dell’appellativo inglese Jack the Ripper, è il nome di uno sconosciuto assassino seriale che nell’autunno del 1888 agì nel malfamato quartiere di Whitechapel, a Londra, compiendo una serie di efferati omicidi.

Le teorie sulla sua vera identità sono moltissime e si sono susseguite negli anni, ma pare che ad oggi l’unica cosa certa sia che la sua furia omicida si scatenasse sulle prostitute.

Si è pensato che Jack lo Squartatore potesse avere un lavoro regolare nel quartiere, perché gli omicidi si verificavano durante i fine settimana.

Si è sospettato che potesse essere un uomo dell’alta borghesia, forse un medico, a causa delle chirurgiche asportazioni degli organi delle vittime.

Poi, nel 2014 alcuni giornali riportarono la notizia che confrontando il DNA ricavato dal sangue rappreso su una sciarpa trovata vicino alla quarta vittima con quello  dei discendenti dei sospettati si era identificato con certezza l’assassino in un barbiere ebreo-polacco di nome Aaron Kosminsky.

In realtà, la comparazione non fu ritenuta attendibile a causa di alcuni errori durante la procedura di analisi genetica.

Quindi l’identità di Jack lo Squartatore rimane ancora oggi avvolta nel mistero.

Le 5 vittime accertate di Jack lo Squartatore

All’assassino di Whitechapel sono stati attribuiti ufficialmente 5 omicidi con identico modus operandi.

Le vittime erano tutte prostitute sgozzate e poi mutilate di alcuni organi:

#1. Mary Ann Nichols

Aveva 43 anni e fu la prima vittima accertata.

Venne ritrovata in Buck’s Row con la gola tagliata e tagli sul ventre dai quali fuoriusciva l’intestino. Gli organi genitali presentavano gravissime ferite da taglio.

#2. Annie Chapman

Aveva 46 anni ed è la seconda vittima ufficiale.

Il suo corpo fu ritrovato nel cortile dell’edificio numero 29 di Hanbury Street a Whitechapel.

La gola era sgozzata, il ventre aperto e gli intestini erano appoggiati sulla spalla destra. La vagina, l’utero e due terzi della vescica erano stati asportati.

L’assassino continuava a restare ignoto per la polizia che non aveva alcun sospettato e gli unici indizi che accomunavano le deposizioni dei testimoni erano una valigetta nera e un cappello alla Sherlock Holmes.

#3. Elizabeth Stride

Fu ritrovata in un cortile lungo la Berner Street.

Presentava solo un profondo taglio alla gola, perché pare, secondo le investigazioni della polizia, che l’assassino fu disturbato dall’arrivo di qualcuno e quindi, dovendo scappare, non poté agire secondo il suo rituale.

#4. Catherine Eddowes

Il suo corpo fu ritrovato in Mitre Square.

La faccia era sfregiata: naso e lobo dell’orecchio sinistro erano stati tagliati, così come la palpebra dell’occhio destro.

Il volto era sfigurato con un taglio a “V” sulla parte destra e il corpo era sventrato da un unico taglio dall’inguine alla gola.

Lo stomaco e gli intestini erano appoggiati sulla spalla destra e il rene sinistro con gli organi genitali erano stati portati via.

#5. Mary Jane Kelly

È l’ultima vittima ufficiale attribuita a Jack lo Squartatore e il suo omicidio è considerato il più orribile.

Il suo corpo fu ritrovato sul letto della camera dove la donna viveva al numero 13 di Miller’s Court, vicino a Spitalfields.

La gola era sgozzata, il viso irriconoscibile, molti organi interni erano stati rimossi: il fegato giaceva tra le gambe e l’intestino arrotolato nelle mani, il cuore non fu trovato.

Il profilo criminale di Jack lo Squartatore ipotizzato da Thomas Bond

Il dottor Thomas Bond era il medico legale che, su richiesta egli investigatori di Scotland Yard, cercò di redigere un profilo della personalità criminale di Jack lo squartatore.

In qualità di medico forense assistette all’autopsia di Mary Jane Kelly e attribuì una caratteristica di natura sessuale agli omicidi, anche se non fosse mai stata commessa violenza sessuale, ma la associò ad elementi di forte rabbia colerica e misoginia.

La profilazione ipotizzava che l’assassino fosse un maschio fisicamente prestante, audace e imperturbabile, all’apparenza innocuo.

Una curiosità: alle indagini forensi collaborò anche un altro medico, Joseph Bell, che pare abbia ispirato la figura di Sherlock Holmes ad Arthur Conan Doyle.

Dove trovare il personaggio di Jack lo Squartatore

Il personaggio di Jack lo Squartatore è apparso in numerosi film.

Il mio preferito è La vera storia di Jack lo squartatore (From Hell, 2001) con Johny Depp come protagonista.

Inoltre, mi piace ricordare che appare anche nel contenuto scaricabile del gioco Assassin’s Creed: Syndicate ed è l’antagonista in Sherlock Holmes contro Jack lo Squartatore, gioco avventura grafica del 2009.

Il tour di Jack lo Squartatore a Londra

Adesso che ti ho raccontato un po’ della storia misteriosa ed inquietante di Jack lo Squartatore, perché non andare a vedere dal vivo i luoghi dove sono accaduti gli omicidi?

A Londra organizzano tantissimi tour nei luoghi di Jack lo Squartatore, ma io mi fido e ti consiglio quello che è stato il primo ed è considerato l’originaleJack the Ripper Walk, che fa parte del circuito delle London Walks.

La passeggiata ha inizio ogni notte, ad eccezione del 24 e 25 dicembre, con partenza alle 19:30 dall’uscita della stazione della metropolitana Tower Hill.

Il sabato invece si svolge per due volte, al sera alle 19.30 e il pomeriggio alle 15.Il costo è di 10£ e non c’è bisogno di prenotazione. Basta farsi trovare al luogo dell’incontro.

Si parte da lì perché è proprio sul confine tra il territorio di Scotland Yard e quello della polizia della città di Londra.

Il conflitto tra le due forze di polizia e le loro personalità leader rese sfocata l’indagine e permise allo Squartatore di scivolare attraverso le reti di polizia e sfuggirgli.

Guardati attentamente intorno quando inizierà la passeggiata e stai lontano dalle ombre e dalle zone buie perché stai per entrare nell’abisso!

Dopo due minuti, un vicolo ti porterà in un rifugio così scuro e così inquietante che potrai sentire ancora il respiro della persone che erano lì.

Un luogo in cui l’orologio sembra tornare costantemente al 1888, a quell’autunno del terrore.

Questa passeggiata serale nei posti di Jack lo Squartatore è l’unica che arriva nel vecchio e spettrale pub vittoriano dove una delle vittime ha bevuto poco prima di essere uccisa.

Non è cambiato quasi nulla da allora, dalle vecchie fotografie ai titoli dei giornali, sembra che l’autunno del 1888 non sia mai finito!

Per il ritorno, non preoccuparti, non dovrai fare il lungo cammino attraverso strade buie per tornare a Tower Hill.

La passeggiata finisce proprio vicino ad una stazione della metropolitana di Londra, sicura e conveniente, molto vicina a dove è avvenuto l’ultimo spaventoso omicidio.

Il tour è spesso guidato da Donald Rumbelow, storico del crimine riconosciuto internazionalmente come autorità principale sul personaggio di Jack lo Squartatore.

Donald Rumbelow è l’autore del libro definitivo su Jack the Ripper, il best seller  The Complete Jack the Ripper ed è stato il consulente principale per ogni trattamento cinematografico e televisivo del Ripper per gli ultimi tre decenni.

Infatti ha anche curato la preparazione di Johnny Depp per il film hollywoodiano From Hell.Se vuoi leggere il libro, clicca l’immagine sotto per acquistarlo.

Questo è uno dei motivi principali per i quali ti consiglio di effettuare questo tour con London Walks e non con degli emulatori.

Quando non ci sarà Donald Rumbelow, troverai una delle affidabili guide locali delle London Walks.

I luoghi del tour di Jack lo Squartatore

Ecco le varie tappe che potrai vedere prendendo parte al tour di Jack lo Squartatore:

#1. Buck’s Row

È il luogo dove venne trovata la prima vittima.

#2. 29, Danbury Street e Mitre Square

Sono i due posti dove furono ritrovate la seconda e la terza vittima.

#3. White Hart Pub

All’interno troverai suggestive targhe, che indicano quel luogo all’epoca come attività di George Chapman, uno degli indiziati per gli omicidi.

#4. Old Spitalfields

Qui fu ritrovata l’ultima vittima ed è il luogo del più efferato degli omicidi.

#5. Ten Bells Pub

Sorge di fronte all’Old Spitalfields e pare che qui le vittime fossero solite fermarsi a bere. È molto probabile che anche l’assassino frequentasse questo bar.

Il tour con London Walks è conveniente perché non c’è necessità di prenotare, il costo è di £10 e i bambini passeggiano gratis.

L’affidabilità è garantita, non troverete mai la passeggiata annullata, perché parte con qualsiasi cambiamento climatico e con qualsiasi numero di persone.

Se vorrai potrai anche prenotare un tour privato.

Per tutte le informazioni potrai parlare con una persona vera e non con messaggi registrati, semplicemente chiamando il 020 7624 3978 oppure scrivendo a london@walks.com

Allora sei pronto per vivere questa emozionante esperienza?

Sara Daniele
Seguimi

Sara Daniele

Travel, Fashion & Lifestyle Blogger, Event Manager, Community Manager at Emotionally di Sara Daniele
Sara Daniele, blogger, community manager, content&digital marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.
Sara Daniele
Seguimi
Non andare via. Lasciami un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.