Cosa vedere in Sicilia: da Palermo ad Agrigento

Cosa vedere in Sicilia
© Ambra Naspi

La Sicilia è ricca di storia, arte e tradizioni. Ci sono cose incantevoli ovunque ti volti, ma oggi voglio raccontarti di alcune cose che potrai vedere spostandoti da Palermo ad Agrigento. Scoprile con me! 

Pianificare un viaggio in Sicilia è davvero emozionante, perché è una terra dalle mille sfumature.

Scegliere quale angolo di paradiso visitare non è semplice, ma oggi voglio consigliarti alcuni luoghi che potrai vedere da Palermo ad Agrigento, spostandoti in auto.

Come arrivare in Sicilia

La prima cosa che viene in mente quando si programma un viaggio in Sicilia è senza dubbio la prenotazione del traghetto per raggiungerla.

Ciò che ti consiglio è di confrontare bene prezzi e qualità del trasporto perché spesso avere la convenienza di un’ottima offerta per imbarcare anche l’auto nei traghetti per la Sicilia è molto importante.

Essendo io napoletana ed avendo la nonna siciliana, della provincia di Trapani, spesso mi è capitato di dare un’occhiata alle offerte dei traghetti da Napoli a Palermo.

Una volta giunto in Sicilia, avrai solo l’imbarazzo della scelta su cosa vedere e credo avrai già valutato i luoghi più belli dell’Isola da visitare assolutamente almeno una volta nella vita.

Ho quindi deciso di indicartene qualcuno di meno sentito ma altrettanto suggestivo e che ti lascerà senza fiato.

Cosa vedere in Sicilia: Palermo, Trapani e Agrigento

Le città di Palermo, Trapani e Agrigento sono affascinanti.

La loro vita è fondata su secoli di storia di vicende avventurose, che mescolano realtà a leggenda.

Colori, sapori e profumi ti incanteranno e quando andrai via, l’unica cosa che vorrai sarà ritornarci al più presto, perché, come dice anche la mia amica Ambra:

La Sicilia è una terra che si svela pian piano.

Grazie proprio all’aiuto di Ambra, che è andata in vacanza in Sicilia questa estate (per l’ennesima volta), sono riuscita a stilare una lista dei posti da vedere nelle province di Trapani e Agrigento.

Lei è una guida turistica locale abilitata a Roma, quindi chi meglio di lei per una collaborazione di consigli di viaggio e guide turistiche delle quali fidarsi.

Ecco quindi i 13 posti da vedere, partendo da Palermo e seguendo poi varie tappe:

#1. Catacombe dei Cappuccini a Palermo

Nei sotterranei annessi alla Chiesa di Santa Maria della Pace a Palermo si trovano ben 8.000 salme, perfettamente mummificate.

Durante il Gran Tour del 1800, queste catacombe erano la tappa preferita dei visitatori intrigati dal mistero.

#2. Spiaggia di Mondello a Palermo

Una spettacolare spiaggia dalla sabbia finissima e morbida, che abbraccia un mare azzurro e cristallino.

#3. Cattedrale del Santissimo Salvatore di Mazara del Vallo (Trapani)

Non sarà famosa come il Duomo di Palermo o quello di Monreale, ma questa cattedrale ti lascerà senza fiato.

All’interno potrai ammirare diverse opere d’arte, tra le quali un crocifisso ligneo del XIII, un portale marmoreo del 1525 e degli affreschi del pittore italiano Gianbecchina.

Alza lo sguardo verso la volta della navata per ammirarli e non potrai fare a meno di emozionarti.

#4. Kasbah Mazara del Vallo (Trapani)

Il vecchio centro storico di Mazara del Vallo è rappresentato della Kasbah, che mostra i tratti tipici caratteristici delle medie islamiche.

Un intersecarsi di stradine e viuzze dove puoi mangiare cous cous sotto vele colorate, sentendo i richiami alla preghiera dal minareto.

Nella Kasbah di Mazara del Vallo, ogni vicolo ti racconterà una storia indimenticabile!

cosa vedere in Sicilia
© Ambra Naspi

#5. Il Museo del Satiro Danzante a Mazara del Vallo (Trapani)

Il Museo del Satiro espone reperti provenienti dal canale di Sicilia, tra i quali proprio il Satiro, riemerso per caso dalle acque dopo 2300 anni, che ti ipnotizzerà danzando.

Si ipotizza che questa statua facesse parte di un carico di una nave naufragata tra la Sicilia e Capo Bon.

#6. Teatro Garibaldi di Mazara del Vallo (Trapani)

Il Teatro Garibaldi è il teatro del popolo, perché senza palchi d’onore e costruito col fasciame delle navi.

È privo di decorazioni all’esterno, ma si presenta ricco di elementi pittorici all’interno tipici del folclore siciliano.

#7. Chiesa di San Francesco a Mazara del Vallo (Trapani)

Questa chiesa fu costruita sulla chiesa preesistente, dedicata a San Biagio.

L’interno è assolutamente da vedere, perché ti assicuro ti lascerà senza fiato.

cosa vedere in Sicilia
© Ambra Naspi

#8. Chiesa di Sant’Ignazio di Mazara del Vallo (Trapani)

Sapevi che qui c’è una chiesa che ha una bellissima facciata, ma non ha il tetto?

È assolutamente da vedere, scoperchiata e decadente, ma allo stesso tempo affascinante e suggestiva.

cosa vedere in Sicilia
© Ambra Naspi

#9. Museo del Sale a Nubia (Trapani)

Lo troverai all’interno di un antico mulino a vento all’interno della Riserva Naturale Integrale Saline di Trapani e Paceco.

Qui la figlia dei salinari ti spiegherà come tutti gli uomini della sua famiglia lavoravano e lavorano in salina, con fatica, per produrre l’oro bianco.

#10. Lo Stagnone di Marsala (Trapani)

È la laguna più vasta della Sicilia, che si è formata in seguito ai movimenti della sabbia dovuti alle correnti marine. La sua attività principale era quella delle saline.

Le persone del posto dicono che se non visiti la bellezza dello Stagnone non puoi dire di esser stato a Marsala.

#11. La città di Mozia a Marsala (Trapani)

Mozia era un’antica città fenicia situata sull’isola di San Pantaleo.

Qui puoi incontrare la guida Virginia Aloisi, che quest’isola la respira e a quest’isola presta la sua voce come nessun altro saprebbe fare, con una passione infinita per il suo lavoro e per la sua terra.

Viva le guide locali patrimonio del territorio!

#12. Spiaggia a San Teodoro di Marsala (Trapani)

Dalla spiaggia di San Teodoro di può raggiungere a piedi Isola Lunga.

Sì, hai capito bene, puoi passeggiare in mare e camminando sulle acque arrivare fino ad Isola Lunga.

Se sarai fortunato con la luce giusta potrai anche godere della bellezza delle acque rosa delle vasche delle saline della Riserva Naturale dello Stagnone.

#13. Il Castello Incantato di Sciacca (Agrigento)

Un luogo surreale, un giardino magico, un museo a cielo aperto

E’ il Castello incantato di Sciacca, opera del lavoro di Filippo Bentivegna, che per oltre 50 anni ha scolpito volti e teste nelle pietre.

Quei volti erano i suoi sudditi per la sua mente folle, che lo fece autoproclamare “Re del Regno delle Teste”.

Il luogo è molto affascinate, ma a tratti inquieta perché sembra che quelle teste di pietra ti osservino e possano prender vita da un momento all’altro.

cosa vedere in Sicilia
© Ambra Naspi

Spero di averti dato delle informazioni utili per programmare il tuo viaggio in Sicilia, alla ricerca di questi luoghi incantevoli.

Sara Daniele
Seguimi

Sara Daniele

Travel, Fashion & Lifestyle Blogger, Event Manager, Community Manager at Emotionally di Sara Daniele
Sara Daniele, blogger, community manager, content&digital marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.
Sara Daniele
Seguimi

NON ANDARE VIA, C'È ANCORA MOLTO DA LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *