Bencivenga Gran Tour a Napoli Sotterranea

Bencivenga Napoli Sotterranea

La famiglia Bencivenga ha presentato il brand con una sfilata in una location particolare. Io sono stata invitata per raccontarti la loro storia.

Se qualche anno fa mi avessero detto che avrei partecipato ad una sfilata di moda di alta sartoria in una delle location più suggestive della mia città, Napoli Sotterranea, non ci avrei creduto. Eppure è successo, grazie alla famiglia Bencivenga.

Oggi ti racconto della fantastica esperienza che ho vissuto.

#BencivengaGranTour: quando moda e turismo si fondono

Molte volte ho raccontato qui sul blog delle meraviglie che si possono ammirare a Napoli, come il Museo del Sottosuolo guidati dal Munaciello, oppure di quello che puoi fare in città seguendo il mio itinerario da poter fare a piedi in un giorno.

Così come tante volte ho scritto del mio amore per la moda e per le sfilate, per poter scoprire nuove tendenze e connessioni. 

Mai avrei pensato che queste due mie passioni potessero incontrarsi e abbracciarsi, valorizzandosi l’un l’altra.

È accaduto grazie all’invito a partecipare al #BencivengaGranTour, inviatomi dalla famiglia Bencivenga.

Ti ricorda nulla il nome dell’evento? Te lo avevo accennato nel mio itinerario a piedi a Napoli, raccontandoti del Gran Caffè Gambrinus.

Bencivenga Gambrinus

Bencivenga: un brand storico dell’alta moda campana

Bencivenga è una storica maison di moda campana, che ha una lunga tradizione sartoriale familiare dal 1940 e che viene tramandata di generazione in generazione.

Il Gran Tour era il viaggio di iniziazione culturale che i giovani aristocratici europei intraprendevano tra il 1600 e il 1700 per approfondire la conoscenza del patrimonio artistico e culturale.

Gli incontri con letterati e artisti erano una parte fondamentale del percorso formativo e una delle tappe era, appunto, il salotto del Gran Caffè Gambrinus, da dove è iniziato anche il mio viaggio di conoscenza del brand Bencivenga.

Ero lì, e oltre la porta di ingresso mi attendeva l’atmosfera ottocentesca, il profumo inconfondibile del caffè napoletano e una storia del legame tra alta moda e Napoli tutta da ascoltare.

Seduta ad un tavolino, coccolata da un aperitivo e circondata dalla bellezza della location, ho tentato di non perdere neanche una parola del racconto di questa dinastia di stilisti che, partendo da nonna Giuseppa, una sarta sofisticata, che lavorava per la famiglia reale e le ricche famiglie italiane, arriva sino ai giorni nostri.

Per me, che sono stanca delle finte ostentazioni che con la vera natura della moda non hanno nulla a che fare, poter ascoltare il racconto di una famiglia con radici salde nel territorio, alti valori familiari e un occhio attento alle nuove tendenze, mi ha regalato attimi molto emozionanti.

Oggi sono i nipoti di Giuseppa che portano avanti il brand con passione e innovazione, perseguendo obiettivi sempre più prestigiosi con originalità e creatività combinata con tessuti di qualità.

Alla scoperta di Napoli Sotterranea per una sfilata unica

Dopo aver ascoltato la storia della famiglia, il Gran Tour è proseguito alla scoperta di uno degli ingressi di Napoli Sotterranea, quello di Via Chiaia.

Napoli Sotterranea Via Chiaia

Un tuffo nel tempo di oltre 2.400 anni, scendendo a 40mt sotto terra, attraversando un percorso archeologico fatto di stretti cunicoli, cavità e altre cisterne, che sono state in passato prima acquedotto, poi rifugio antiaereo e infine discarica abusiva.

Questo, finché dei volontari non hanno iniziato a scavare e ripulire, per far sì che Napoli si riappropriasse di un pezzo della sua storia.

Sulle mura si possono ancora leggere frasi, nomi e ammirare caricature e disegni con abiti di epoche passate.

Un’atmosfera al contempo triste e coinvolgente, che ti lascia scoprire pagine di storia, ma anche sensazioni degli attimi di terrore durante la guerra.

In questo scenario affascinante e suggestivo, ha avuto luogo la sfilata di alcuni abiti Bencivenga, realizzati in modo artigianale con tessuti di alta qualità.

Abiti Bencivenga

Bencivenga: 5 abiti per un percorso dagli anni ’60 ad oggi

Davanti ai miei occhi sognanti, hanno sfilato 5 abiti rappresentativi di altrettante epoche, avvolti da un fascino elegante, raffinato e sensuale:

  1. Gli anni ’60 erano rappresentati da un abito da cocktail giallo, plissettato e con scollo all’americana;
  2. Gli anni ’70 hanno preso vita grazie ad un abito bianco e nero con strascico in velluto e boa nero;
  3. Gli anni ’80 erano impersonati da un tailleur pantalone nero con righe verticali in paillettes;
  4. Gli anni ’90 erano riprodotti da un abito bianco strutturato con forme rigide e fianchi larghi di alta sartorialità;
  5. Gli anni 2000 sfilavano grazie ad un abito corto con giacca nera.

Alla fine sono comparsi anche tutti i membri della famiglia che oggi portano avanti la maison sartoriale con passione e dedizione: le due sorelle Anna e Rachele, i due fratelli Agostino e Giuseppe con la moglie Giuseppina e i loro due figli, Oscar e Tiffany.

Famiglia Bencivenga

Bencivenga: la chiave è il racconto

Sarà stata l’atmosfera poetica e  gli abiti dal fascino magnetico, ma io ero completamente rapita dalla bellezza e dalla meraviglia di quel che stavo vivendo.

La famiglia Bencivenga ha capito che la chiave per arrivare al pubblico è raccontarsi, farsi conoscere con sincerità e mettersi in gioco, mantenendo le proprie tradizioni ma aprendosi anche alle innovazioni.

Non è necessario fare cose straordinarie per arrivare al cuore delle persone. A loro è bastato raccontare Napoli, raccontare la loro visione della moda, raccontare un legame familiare vero e sentito.

Saper emozionare e riuscire a comunicare attraverso la moda un messaggio positivo, non è da tutti.

La famiglia Bencivenga valorizza il Made in Italy

Negli anni ’80 la famiglia Bencivenga ha registrato il marchio “Prodotto nella Repubblica Italiana“, per celebrare il made in Italy e la manifattura interamente realizzata in Italia, portando così l’antica arte della sartoria del Belpaese nel mondo.

L’italianità piace. Le creazioni Bencivenga hanno sfilato per la prima volta a New York nel 1986 all’Hotel Plaza, per poi raggiungere le passerelle di Parigi, Londra, Mosca, Leningrado, Helsinki e Praga e Dubai, dov’è stata recentemente avviata una collaborazione col “Four Season“.

Viviamo in uno dei paesi più belli al mondo, con un’alto livello qualitativo di sartorialità e dovremmo valorizzarlo più spesso, come fa il brand Bencivenga.

Il Gran Tour con la famiglia si è poi concluso ritornando al Gran Caffè Gambrinus per gustare sfogliatelle e chiacchierare con loro.

Mi sono ripromessa di andarli a trovare a Grumo Nevano (Na) dove si trova Palazzo Bencivenga, sede della sartoria e dello showroom.

Poter indossare e acquistare qualche loro creazione, sarebbe un sogno.

Ora, dimmi la verità, non hai voglia di andarli a trovare anche tu?

Sara Daniele
Seguimi

Sara Daniele

Travel, Fashion & Lifestyle Blogger, Event Manager, Community Manager at Emotionally di Sara Daniele
Sara Daniele, blogger, community manager, content&digital marketer. Laureata in Lingue e Letterature Straniere. Napoletana di origine e di indole, ho vissuto per due mesi a Londra e una parte del mio cuore è rimasta lì. Mi sento cittadina del mondo, ma l'odore del caffè mi riporta sempre a casa. Ho trovato la mia dimensione nel blogging e nei social media, perché uniscono le tre cose che più mi piacciono: le parole, le connessioni umane e la comunicazione.
Sara Daniele
Seguimi
Non andare via. Lasciami un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.