lunedì 19 gennaio 2015

Book: Una Casa di Petali Rossi di Kamala Nair




Titolo: Una Casa di Petali Rossi
Autore: Kamala Nair
Pagine: 378
Prezzo di copertina: 16,60 euro
Editore: Nord

TRAMA
È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all'aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo. 
Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all'estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso ed a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta. 
Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l'amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi. 

RECENSIONE
Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo sorprendente romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee.
Per riappacificarsi con il suo passato e tutelare il suo presente, Rakhee rivive attraverso gli occhi di una bambina di 11 anni, quell'estate in India che l'ha portata a scoprire i segreti della famiglia Varma, la famiglia di sua madre. 
È una storia che racconta soprattutto le figure femminili in un mondo indiano impregnato dalle regole di una cultura prettamente maschile. 
Il romanzo è costruito bene ed è molto scorrevole, ma avrebbe avuto molto più fascino se le tematiche sfiorate, come l'amicizia, l'amore, il rapporto genitori/figli o la stessa cultura indiana, fossero state sviluppate di più.

CONSIGLIATO A:
Chi ama la cultura indiana e le sue ambientazioni. A chi apprezza gli intrighi familiari ed ama lasciarsi guidare indizio per indizio alla scoperta della verità. Da leggere.

Follow me:



giovedì 15 gennaio 2015

Book: Love Toys di Valeria Benatti

Quando ho saputo che la storica voce di RTL 102.5, Valeria Benatti, aveva scritto un libro che s'intitola Sex Toys e che aveva anche in omaggio un gadget, mi sono incuriosita non poco.
L'erotismo non è una tematica semplice. Trovo questo genere di libri molto abusati ultimamente, risultando a volte addirittura banali. Dopo le varie sfumature di grigio e simili, si è finiti in un girone, in cui tutto sembra portato all'esagerazione. 
Mi sono approcciata quindi a Sex Toys in modo molto prevenuto, presagendo che l'avrei chiuso dopo poche pagine, perché mi sarei ritrovata di fronte alle solite storie.
Mi sono dovuta ricredere. Ho finito il libro in due giorni. Mi ha divertito e in alcuni casi fatto riflettere sul rapporto di coppia e su ciò che ci si potrebbe aspettare l'uno dall'altra, senza avere il coraggio di dirlo apertamente. Un libro che tratta dell'erotismo in modo delicato ed intelligente.




Titolo: Sex Toys
Autore: Valeria Benatti
Pagine: 190
Prezzo di copertina: 19,90 euro
Editore: Giunti

TRAMA
Daphne, con a un matrimonio in letargo e l’azienda per cui lavora in cassa integrazione, decide di lanciarsi in un’impresa nuova e decisamente originale: vendere sex toys a domicilio. 
Ha una nonna matta che la asseconda entusiasta, un padre diacono al quale si alza la pressione ogni volta che la vede, una madre francese sessuofobica che detesta sentire parlare di certe cose e due figlie diversissime fra loro. 
Il marito all’inizio pensa che il nuovo lavoro della moglie non porti che vantaggi alla loro vita sessuale, ma si accorgerà ben presto in che guaio si è ficcato. Ci sono amiche che la appoggiano e nemici che la osteggiano. C’è anche la maestra di una delle sue figlie, che vuole organizzare addirittura una crociata per redimerla. 

RECENSIONE
È una favola rosa piena di personaggi buffi e ragazzi imbranati, con tante fantasie sessuali inconfessabili e trucchi imperdibili per migliorare la vita di coppia. 
“Love Toys” prende spunto dalla crisi di coppia della protagonista con suo marito, dovuta alla routine e alla mancanza di stimoli per tenere vivo l’immaginario erotico.

CONSIGLIATO A:
È un libro che mette allegria e sa giocare con il desiderio. Una favola piccante dai piacevoli effetti afrodisiaci, per donne e uomini che credono ancora che l’amore sia un gioco meraviglioso. 


Non lo considero certo un manuale, ma è divertente da leggere perché poi, esiste un'unica verità: "Dovremmo parlare più spesso di sesso, quantomeno con la persona con cui siamo interessati a farlo."

Follow me:



martedì 30 dicembre 2014

Tutto quel che conta - Goodbye 2014

©Lavinia Cernau
Il 2014 è stato un anno che per me è corso via molto veloce, ma mi ha lasciato una scia di spunti positivi da approfondire e basi solide sulle quali continuare a costruire la mia vita.
Rileggendo il mio blog in questi giorni mi sono resa conto di quanti cambiamenti io abbia fatto da quando sono arrivata in Abruzzo, ormai quasi 5 anni fa.
Sono sempre stata una personalità in continua evoluzione, difficilmente do tregua alla mia mente e alle mie emozioni, ho sempre voglia di scoprire cose nuove e di consolidarne di già esistenti, ma da quando vivo lontana dalla famiglia, tutto si è amplificato. A volte è stato un po' più difficile e durante il periodo iniziale ho perso la vera me. 
Ho inseguito desideri che non mi appartenevano del tutto e mi sono lasciata trascinare e coinvolgere da situazioni che mi soddisfacevano, ma non mi realizzavano.
In questo 2014 sono riuscita a focalizzare nuovamente cosa davvero mi rende felice e serena ed ho deciso di cercare di non perdere più di vista certi obiettivi.

Per quanto riguarda il lato personale, voglio dedicarmi solo alle persone che riescono a migliorarmi e a tirar fuori il meglio di me, che siano positive, leali ed anche a quelle che hanno i miei stessi interessi, così da poterli accrescere e condividere. Non voglio più dar peso a futilità, a false promesse o a chi crede che il mondo giri intorno a sé e ai propri problemi, fregandosene degli altri. Voglio che nella mia vita ci siano persone che sappiano andare oltre le apparenze e siano disposte a mettersi in gioco e in discussione. 
Voglio esser presente per chi merita e non disperdermi nella massa, né reale, né virtuale.

Per quanto riguarda le mie passioni e il mio lavoro, ho diviso il blog in categorie, in cui si distinguono Eventi, Libri e Viaggi, che sono quelle più vicine al mio modo d'essere e Fashion, Beauty e Cibo, che mi incuriosiscono, ma di cui non sono esperta e che quindi saranno integrate anche da Guest Post, in cui esperti racconteranno a me e voi le ultime novità. Spero che questa nuova linea editoriale vi piaccia.
Il canale Youtube al momento è fermo, ma spero di trovare la giusta direzione anche per lui.

Il bilancio di quest'anno si chiude in positivo per me, per le nuove amicizie trovate, quelle vecchie consolidate, per le passioni esplose nuovamente e l'entusiasmo che non mi ha mai abbandonato, per i viaggi, i sorrisi, la famiglia, l'amore e tutto quel che conta per me, che per qualcuno saranno piccole cose, ma sono i miei pilastri dell'anima.

Vi auguro un 2015 strepitoso.

Follow me:
Traslation: Dalila Coviello 


giovedì 11 dicembre 2014

Christmas Wishlist - DaWanda

Come ogni anno, arrivata in questo periodo inizio a stilare la mia wishlist online. Gironzolo in internet per trovare siti che abbiano una grande varietà di scelta. Io sono tra quelle che si riduce sempre all'ultimo momento, sia per fare i regali che per comunicare ciò che desidererebbe ricevere, quindi preferisco avere un solo sito che mi dia abbia ampia scelta.

Quest'anno ho scoperto DaWanda, grazie anche alla mia amica Nadia, che ha un negozietto in questo sito e sa quanto io ami  acquistare handmade
DaWanda è nata in Germania nel 2006 ed è presente in altri sei paesi, tra cui l'Italia: il team Italia cerca di promuovere i giovani talenti italiani e l'acquisto dagli artigiani locali. Il punto di forza di DaWanda sta nella possibilità offerta agli artigiani di raggiungere utenti in tutta Europa e viceversa, nel dare visibilità in Italia ai designer europei.

L'ho trovata una filosofia in cui credo quando acquisto handmade: 
  • Ho un oggetto unico. Non potrà mai essere uniformato ad un altro.
  • Ho un oggetto che dura nel tempo, lavorato con materiali di qualità.
  • Non c'è sfruttamento di manodopera nel realizzarlo.
  • E' un oggetto realizzato con passione e amore.
  • Spesso sono oggetti che portano avanti tradizioni e valori di famiglia.
  • Appoggio e sostengo la creatività e la fantasia.
  • C'è attenzione e cura nel realizzarli.
Quindi mi sono lasciata coinvolgere da questo sito e girando nelle varie categorie (adoro quella "Vintage"), ho anche acquistato il regalo di Natale per mio marito, che non svelerò per non rovinare la sorpresa, ma che vi mostrerò in un post successivo. Ma ho trovato tante idee anche per le amiche e per me.

Ecco la mia wishlist, solo una selezione, perché altrimenti sarebbe stata infinita. Provate a dare un'occhiata anche voi, magari troverete proprio il regalo che stavate cercando.

CANDY BEANIE 


BORSA BOHO PASSION


GATTO LAVAGNA PER FRIGO


KNITTING GLOVES


LOVE RING


MAKE A WISH NECKLACE


ORECCHINI LEGNO CUORE


QUADERNO FRIDA KAHLO


E poi, ovviamente, amando il tè e collezionando tazze non potevano mancarne alcune, più una selezione di tè




Inoltre se vi interessa, potete trovare su Pinterest la mia Bacheca Wishlist di Dawanda, con i relativi link che vi riporteranno al negozio dove poter acquistare i vari prodotti.
Cosa aspettate? Correte a sbirciare il sito.
Follow me:


giovedì 4 dicembre 2014

Book: La Carezza Leggera delle Primule di Patrizia Emilitri

Chi mi conosce sa bene che sono una divoratrice di libri, mi piace leggere di tutto, amo le parole e amo scoprire mondi nuovi, ma sono anche molto esigente. Una scrittura per colpirmi deve essere coinvolgente, un libro deve regalarmi emozioni profonde, insegnarmi qualcosa, farmi riflettere e soprattutto, non avere una trama banale o scontata.
Quando mi sono imbattuta ne "La Carezza Leggera delle Primule" di Patrizia Emilitri, a colpirmi è stata, innanzitutto, la copertina e quella frase: "La libertà di scegliere è un dono prezioso. O una feroce condanna."
L'ho letta come una domanda, per poi accorgermi che fosse un'affermazione. Ho pensato che quel libro era riuscito ad attirare la mia attenzione, mi aveva trovata e scelta e quindi dovevo leggerlo.














Autore: Patrizia Emilitri
Pagine: 257
Prezzo di copertina: 15,90 euro
Editore: Sperling & Kupfer

TRAMA
L'aria è gelida, a ricordare che l'inverno non è ancora finito. Un cielo plumbeo incornicia i pensieri di Claudia. Il sole sarebbe stato fuori luogo, nel giorno del funerale di sua madre. Lacrime, formalità, pratiche da sbrigare: il triste copione va in scena. Ma qualcosa di insolito accade quel pomeriggio stesso, quando Claudia riceve una strana busta accompagnata dalla lettera di una sconosciuta. La donna le affida un manoscritto inedito, una storia straordinaria di cui la ragazza, aspirante scrittrice, potrà servirsi per arrivare al successo. Clorinda è ricoverata in una casa di riposo. Ormai la sua vita è quasi tutta alle spalle, così almeno credono gli altri. Ma lei nasconde un segreto che è arrivato il momento di svelare. Una vicenda che ha radici molto lontane, nel giorno in cui Clorinda ha sfidato il proprio destino, scampando alla morte. Per farlo, si è servita di un vecchio quaderno di ricette appartenuto a una donna accusata di stregoneria, e ha attirato su di sé una terribile condanna. Ora, dopo tutti quegli anni, ha finalmente trovato la persona cui consegnare la propria storia. Qualcuno che condivide con lei molto più di quanto possa immaginare. Qualcuno che, come è stato per lei in passato, dovrà fare una scelta pericolosa. 

BOOKTRAILER


RECENSIONE
Devo ammettere che questo libro è riuscito a tenermi sulle spine dalla prima all'ultima pagina. Non ho mai provato a chiedermi quale fosse il finale. A tratti ho sperato non finisse. Mi sono lasciata trasportare dal racconto di Clorinda in epoche lontane dalla mia: ogni parola, ogni emozione, ogni sentimento, è scritto in modo talmente incantevole da riuscire a farlo provare al lettore. Ad ogni pagina, abbandonavo il 2014 per raggiungere Clorinda e vivere con lei la sua storia, i suoi istanti di serenità e le sue sofferenze, provando a condividere o capire le sue scelte.
Per questo ero facilitata anche ad immedesimarmi in Claudia, che stava leggendo le mie stesse parole. Capivo esattamente quel che provava ed anche se, forse, nel finale, io avrei fatto una scelta diversa dalla sua, non sono riuscita a biasimarla.
Una storia al confine tra realtà e sortilegio. Un romanzo che racconta di donne al bivio tra ciò che è giusto e ciò che vogliono davvero. Un libro ricco anche di incantesimi, con tanto di ricette da provare.
L'autrice, Patrizia Emilitri, scrive con tale passione e delicatezza, facendo vibrare le corde dell'anima e scuotendo il cuore, da riuscire a toccare un'ampia gamma di sentimenti umani e le relative reazioni.
CONSIGLIATO A: a tutti. Soprattutto a chi ama storie di magie ed incantesimi, a chi ama storie dal finale non scontato e a chi legge libri per emozionarsi e abbandonare la realtà per scoprire nuovi mondi ed epoche.

Se l'aveste già letto, fatemi sapere cosa ne pensate. Altrimenti, fatevi un bel regalo e leggetelo.

"Ho giurato amore eterno, ma di eterno sono rimasta solo io."




Follow me: