mercoledì 26 agosto 2015

Home & Design: Ispirazioni per realizzare un giardino d’inverno

FranklinWindows/homify.it
Chi mi legge da tempo e chi mi conosce, sa ormai bene quanto io ami la natura, i fiori e le piante, soprattutto quelle aromatiche. Appena posso mi piace fare lunghe passeggiate e scoprire parchi e riserve naturali.
Sto cercando anche, da un po’ di tempo, di ricreare un piccolo spazio relax in balcone ed in questi giorni sto valutando l’ipotesi di farmi progettare un giardino d’inverno. Un luogo che sia interno e rilassante, come una veranda coperta, ma che offra la percezione di stare all’aria aperta.
Uno spazio con delle ampie e luminose vetrate, arredato con piante, fiori e tutto ciò che possa farlo assomigliare ad un vero e proprio giardino.
Stile e design potrebbero essere implementati da un arredamento tematico: orientale, classico, moderno, con divani, cuscini, tavoli e sedie ed un’illuminazione artificiale, chiara, con faretti o neon.
Insomma, sono ancora molto indecisa sul mood e gironzolando in rete alla ricerca di ispirazioni mi sono imbattuta nel sito Homify. Digitando nella ricerca del portale idee per un giardino d’inverno ho trovato progetti e immagini che mi hanno dato nuovi spunti.

Rococo/Homify.it
StudioMaggioreArchitettura/Homify.it
Arredare un giardino d’inverno con dettagli di piantine adagiate in ampolle di vetro che pendono dal soffitto; sostegni in legno per piante rampicanti; particolari orientaleggianti, candele colorate nei toni pastello o sedute dove potersi sistemare per leggere o sorseggiare un tè.
Queste e tante altre ispirazioni mi sono venute in mente, quando nella ricerca della piattaforma Homify ho inserito giardino d’inverno e la cosa strabiliante è che, grazie al database completo ed esaustivo, è possibile risalire ai disegni del progetto e allo studio che li realizza per poter richiedere consigli e informazioni.

DottoFrancescoConsultingGreen/Homify.it
DottoFrancescoConsultingGreen/Homify.it
EstudioAméliaTarozzo/Homify.it
Come avrete capito questo sito è diventato la mia rovina, perché se prima pensavo solo a come poter ricreare il mio angolo di relax verde in casa, ora ne ho la possibilità a portata di click. Credo che a molte di voi, che come me cercano spesso idee anche in Pinterest, questa piattaforma piacerà molto. Fatemi sapere quali ambienti vi hanno ispirato di più.

Seguimi nei miei canali social:
Non costa niente cliccare “Mi piace”, lasciare un commento o condividere un articolo.
"Avete in mano un potere immenso. Usatelo per far arrivare il vostro sincero apprezzamento a chi vi ha intrattenuto, arricchito o anche solo incuriosito". 
Cliccate i bottoni social sottostanti se il post vi è piaciuto!!!

martedì 25 agosto 2015

Hotel Vittoria 3* a Dimaro in Trentino - Immerso tra le meraviglie della Val di Sole






Da qualche anno, la squadra del Napoli a luglio va in ritiro a Dimaro, in Trentino. Sia l'anno scorso che quest'anno abbiamo deciso di seguirli, per poter vedere da vicino i calciatori allenarsi e godere dell'atmosfera allegra e gioiosa che si respira. L'anno scorso alloggiammo all'Hotel Vittoria e ci siamo trovati talmente bene che quest'anno abbiamo confermato la nostra scelta. 


L’Hotel Vittoria è a conduzione familiare ed io, ovviamente, sono andata ad informarmi sulla sua storia: racchiude tra le sue mura un’antica tradizione nell'arte dell’accoglienza, che inizia nel 1922 quando Antonio Carnessalini acquistò il palazzo allora adibito a filanda trasformandolo in albergo ed osteria. Dopo la guerra, che ne causò la temporanea chiusura, riaprì nel 1951  con il passaggio di testimone al figlio Ugo. 
Di generazione in generazione, l’hotel venne valorizzato con importanti ristrutturazioni per offrire un ambiente sempre più confortevole, tanto che nel 2008 fu conferito ai proprietari il prestigioso premio “Stella dell’Albergatore”, quale riconoscimento della loro grande professionalità


L'hotel ha circa 40 confortevoli camere curate in ogni dettaglio e pensate per le esigenze di single, coppie, famiglie o anche piccole comitive. Lo staff è gentilissimo e cordiale e per qualsiasi informazione o necessità ci sono sempre i proprietari, Giorgio, Oscar e Martina, pronti col loro sorriso e la loro innata dolcezza nel coccolare gli ospiti.








Per rigenerare corpo e spirito l'hotel è dotato di un Centro Benessere per godersi momenti di intenso relax in un percorso di salute tra il calore della sauna finlandese o del bagno turco, la doccia multifunzione a getti laterali, la vasca idromassaggio "cuore" per due persone o la poltrona massaggi
Mentre gli amanti dell’attività fisica troveranno molto utile la palestra multifunzioni Technogym. Anche se a dire il vero, complici gli scenari mozzafiato ed un percorso, sia ciclistico che pedonale, lungo il torrente, Francesco ha preferito delle rigeneranti corse mattutine, all'uso della palestra.









Lo ammetto, mi sono innamorata di questi luoghi e una delle cose che più ho amato di questo hotel è l'atmosfera accogliente del ristorante, che mi attendeva, dopo le lunghe giornate trascorse in giro, con un menù preparato personalmente dalla famiglia Carnessalini, con ampia scelta di piatti nazionali e tipici della tradizione trentina. 
Un’attenta selezione di ingredienti locali, come le verdure provenienti direttamente dal loro orto a chilometri zero o la pasta fresca fatta in casa hanno deliziato il nostro palato. 
Durante i giorni che sono stata lì, chi mi ha seguito ha potuto notare su Instagram le tante foto fatte alle pietanze provate e delle ricche colazioni a buffet con dolci, crostate e croissant fatti a mano! Una vera delizia!!!








L'hotel è inoltre un punto strategico per poter visitare i dintorni, come Madonna di Campiglio o per poter salire con la cabinovia fino a 2.000 metri di altezza e fare trekking o passeggiare fino al lago delle Malghette, oppure ancora per poter fare rafting, un'esperienza che vi consiglio assolutamente di provare. Ma le attività e i luoghi sono talmente tanti che noi stiamo già pensando di ritornarci presto, oltre che a luglio 2016 col Napoli, ovviamente.



















Francesco e il proprietario Giorgio - Luglio 2014
Hotel Vittoria 
Via Ponte di Ferro, 41
Dimaro - Trentino 
tel. 0463974113

Seguimi nei miei canali social:
Non costa niente cliccare “Mi piace”, lasciare un commento o condividere un post.
"Avete in mano un potere immenso. Usatelo per far arrivare il vostro sincero apprezzamento a chi vi ha intrattenuto, arricchito o anche solo incuriosito". 
Cliccate i bottoni social sottostanti se il post vi è piaciuto!!!

lunedì 24 agosto 2015

Food: Osteria a Porto D'Oglio, cucina tipica a Villachiara - Lombardia




Se siete alla ricerca di un localino rustico e accogliente nella provincia bresciana, non potete non fermarvi all'Osteria a Porto d'Oglio a Villachiara.
Noi ci siamo stati una sera a cena con gli amici, durante il nostro week-end lombardo e siamo stati accolti da un'ambiente intimo, arredato con colori caldi e legno a vista ed un menù ricercato ma dagli ingredienti semplici e di qualità







I piatti rispettano la tradizione della cucina tipica del territorio e si viene subito colpiti dalla freschezza delle materie prime utilizzate. Tutti gli stuzzichini proposti come antipastitutta la pasta (assolutamente da assaggiare i casoncelli!) e i dolci, sono interamente prodotti in casa.




 La cantina offre una vasta selezione di vini con i quali accompagnare i piatti ed esaltarne il gusto. Noi siamo rimasti davvero soddisfatti della cena e semmai sarete nei dintorni vi consiglio di scegliere questa osteria per deliziare le vostre papille gustative.




Osteria a Porto D'Oglio
Via Roma, 36
Villachiara - Brescia
030 9947464 

Seguimi nei miei canali social:
Non costa niente cliccare “Mi piace” o condividere un post.
"Avete in mano un potere immenso. Usatelo per far arrivare il vostro sincero apprezzamento a chi vi ha intrattenuto, arricchito o anche solo incuriosito". 
Cliccate i bottoni social sottostanti oppure lasciate un commento, mi piace chiacchierare con voi!!!

sabato 22 agosto 2015

Viaggi: Crema incanta con fascino artistico e atmosfera rilassante - Lombardia



Durante il nostro week-end lombardo, siamo stati ospiti da nostri amici a Madignano, in provincia di Cremona, praticamente, però, confinante con Crema e così abbiamo avuto l'occasione di visitare questa cittadina deliziosa, che accoglie il turista con il suo fascino artistico e architettonico, ma soprattutto con la sua atmosfera rilassante.
Crema è inserita nel contesto del Parco Naturale del Serio, è il centro principale della provincia, dopo il capoluogo Cremona e dà il proprio nome a tutta la parte settentrionale del territorio provinciale: il Cremasco
Le origini di Crema sono legate all'invasione longobarda del VI secolo d.C. e il nome deriva probabilmente dal termine longobardo "Crem" che significa "altura"
Secondo la tradizione, la fondazione della città risalirebbe al 15 agosto 570 quando, di fronte alla minaccia rappresentata dall'invasione longobarda, gli abitanti della zona trovarono rifugio nella parte più elevata dell' "Isola della Mosa".







Crema è una cittadina a misura d'uomo, si gira per lo più in bicicletta, ci si incontra al mercato coperto che si svolge il martedì, il giovedì e il sabato o ci si ferma a chiacchierare in strada davanti ad un balcone fiorito o ad uno dei tanti palazzi storici.
Tra i tanti luoghi di interesse, sicuramente da ammirare sono il Duomo, il Palazzo Vescovile, il Palazzo Pretorio recante il Leone di San Marco, l'Arco del Torrazzo, la Chiesa della Trinità, la Basilica di Santa Maria della Croce, il Palazzo Bondenti, ma passeggiando tra le stradine ci si potrà imbattere ad ogni angolo in qualche villa o edificio storico dal fascino architettonico incantevole.











Dove Gustare un Ottima Colazione? 
Domenica mattina facemmo colazione al Caffè Vienna e la cura dei dettagli e la bontà dei prodotti ci colpì positivamente.











Inoltre non dimenticate di assaggiare i famosi tortelli cremaschi ripieni di amaretti, uvetta, cedro candito, grana, marsala, burro, parmigiano, mostaccino, due mentine, limone, noce moscata e sale. Molto particolari di sapore ma buonissimi. A noi li cucinarono i nostri amici, ma troverete tanti ristoranti dove gustarli.





Insomma, Crema è una città che ti resta nel cuore, perché si respira nell'aria un clima di serenità e tranquillità. Uno di quei luoghi dove andare o ritornare quando si ha bisogno di rallentare e ritrovarsi.



Follow me:
Non costa niente cliccare “Mi piace” o condividere un post.
"Avete in mano un potere immenso. Usatelo per far arrivare il vostro sincero apprezzamento a chi vi ha intrattenuto, arricchito o anche solo incuriosito". Cliccate i bottoni social sottostanti oppure lasciate un commento, mi piace chiacchierare con voi!!!